Cronaca Peschiera del Garda / Piazzale Cesare Betteloni

Minacce e insulti a carabinieri, in auto aveva 370 grammi di sospetta ketamina

Un 33enne è stato arrestato dai militari di Peschiera del Garda per resistenza a pubblico ufficiale, i quali hanno bloccato anche un altro 33enne su cui pendeva un ordine di carcerazione

Durante il fine settimana appena passato, i carabinieri di Peschiera del Garda hanno svolto mirati e straordinari servizi di controllo del territorio, intensificando le pattuglie negli orari di maggior afflusso turistico sulle coste del lago o in concomitanza di eventi. Durante questi servizi, tre sono stati gli arresti eseguiti dai militari del nucleo operativo e radiomobile.

Uno di questi arresti è stato quello del 34enne colto sul fatto dai militari mentre violava il domicilio della ex moglie. Ma i carabinieri hanno arrestato anche un 33enne di origini kossovare residente nel Mantovano. Le iniziali del suo nome sono D.S. ed è stato bloccato dai militari perché, senza alcun motivo, aveva iniziato ad inveire contro di loro. I carabinieri si trovavano in Piazza Bettelloni, a Peschiera del Garda, e stavano aiutando due cittadini che avevano avuto un piccolo incidente stradale. D.S. ha alzato la voce contro gli uomini in divisa, i quali hanno deciso di controllare il 33enne e la sua auto, parcheggiata tra l'altro in divieto di sosta. D.S. ha così minacciato e insultato i carabinieri, che lo hanno arrestato per resistenza a pubblico ufficiale e lo hanno denunciato perché nella sua auto hanno trovato 370 grammi di una sostanza presumibilmente stupefacente. La sostanza, che potrebbe essere ketamina, è stata sequestrata per le successive analisi di conferma.
Infine, i militari del nucleo operativo e radiomobile hanno arrestato anche un 33enne romeno, pregiudicato e domiciliato in provincia di Massa Carrara. L'uomo era destinatario di un ordine di carcerazione emesso dalla Procura del tribunale ordinario di Massa, in quanto doveva espiare tre anni di reclusione e doveva pagare una multa di 300 euro, essendo stato condannato per un furto in abitazione commesso nel 2008 in Toscana. L'arrestato è stato trasferito nel carcere di Montorio.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minacce e insulti a carabinieri, in auto aveva 370 grammi di sospetta ketamina

VeronaSera è in caricamento