rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021
Cronaca Zevio / Corso Camillo Benso Conte di Cavour

Era agli arresti domiciliari, lo trovano in Posta ad attivare una carta di credito

È successo a Zevio e l'uomo è stato arrestato dai carabinieri. E un altro caso di evasione è capitato a Colognola ai Colli, dove un ragazzo si è allontanato dall'abitazione per una visita medica non autorizzata

Continuano i controlli dei carabinieri veronesi nei confronti di cittadini sottoposti a restrizione della libertà personale. Per due cittadini evasi dagli arresti domiciliari sono scattate le manette ai polsi.

Venerdì scorso, 23 agosto, una pattuglia dei carabinieri di Zevio, durante un controllo di vigilanza del territorio, è passata davanti all'ufficio delle Poste del paese ed ha notato in fila allo sportello un volto conosciuto. I militari hanno riconosciuto immediatamente N.E., un cittadino albanese dell'86, il quale non stava evidentemente rispettando gli arresti domiciliari a cui era stato sottoposto. La pattuglia lo ha bloccato e ha constatato che l'uomo si trovava alle Poste per attivare una carta di credito.
A seguito della violazione riscontrata dai militari, N.E. è stato portato nel carcere di Verona.

I carabinieri dell'aliquota radiomobile di San Bonifacio, sempre per evasione, hanno arrestato F.L., 21enne italiano di Colognola ai Colli. Martedì scorso, 27 agosto, il giovane è stato sorpreso dai militari mentre rientrava nel proprio domicilio dopo essersi sottoposto ad una visita medica per la quale, però, non era arrivata alcuna autorizzazione da parte della competente autorità.
Il ragazzo è stato accompagnato davanti al giudice del Tribunale di Verona, che ha convalidato l'arresto ed ha disposto nuovamente la detenzione domiciliare.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Era agli arresti domiciliari, lo trovano in Posta ad attivare una carta di credito

VeronaSera è in caricamento