Veronetta passata al setaccio: controlli dei carabinieri nei negozi etnici e arresti per droga

Settanta le persone identificate dai militari durante i controlli

Un controllo davvero massiccio, quello portato a termine quest’oggi, sabato 7 luglio, dai carabinieri della compagnia di Verona, unitamente al nucleo cinofili di Bolzano, e che ha visto interessata la zona di Veronetta, dove un dispositivo di ben tre posti di controllo simultanei si è occupato delle verifiche di ciascuna macchina sospetta che si trovasse a passare di lì.

L’aiuto dei cani si è rivelato fondamentale, ma i carabinieri non si sono fermati di certo a un controllo statico delle auto in transito per quella zona. Le pattuglie, infatti, nel complesso dodici per un dispositivo di ben ventiquattro militari, si sono concentrate per un controllo dinamico degli esercizi pubblici presenti proprio in Veronetta. Controlli non solo degli avventori, ma anche di tipo amministrativo e antidroga: al setaccio dei carabinieri, ben otto esercizi pubblici, di cui quattro "kebabbari", due bar e due alimentari etnici.

Proprio all’interno di uno di questi, un cittadino nigeriano classe '63, pluripregiudicato, nullafacente, è stato tratto in arresto per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Nella borsa che aveva con sé, dopo aver provato invano a nasconderla alla vista dei militari, sono stati infatti ritrovati 15 grammi circa di marijuana e 36 di hashish, oltre ad un bilancino di precisione e 55 euro in contanti. Il tutto grazie anche all’infallibile fiuto di "Nico", il cane antidroga dei carabinieri, bravissimo nello scovare il bottino. L’uomo sarà giudicato con rito direttissimo lunedì prossimo.

Sempre il cane "Nico", inoltre, ha rinvenuto addosso a un cittadino brasiliano classe '75, della marijuana, nello specifico si trattava di una "canna". L'uomo è stato segnalato alla Prefettura come assuntore di sostanze stupefacenti. Ad uno dei "kebabbari" controllati, è stata invece elevata una sanzione amministrativa, ai sensi degli artt 14 e 22/3º D. Lgs. 31-3-98 nr. 114, ovvero per mancanza di affissione dei prezzi sui prodotti in vendita. In conclusione, sono state settanta le persone identificate dai militari durante il massiccio servizio di controllo operato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Va allo Spi per un controllo: 70enne scopre che l'inps gli deve quasi 37 mila euro

  • Auto con tre giovani a bordo finisce fuori strada e contro un albero: tutti morti sul colpo

  • Due nuove destinazioni dall'aeroporto Catullo di Verona per chi vola con easyJet

  • Luca, Francesca e Chiara: i tre giovani morti nell'incidente di Bonavigo

  • Illasi, non digerisce un commento negativo della suocera e l'accoltella

  • Non ce l'ha fatta il 41enne coinvolto in uno scontro frontale a Isola della Scala

Torna su
VeronaSera è in caricamento