menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Autori di rapine violente a Verona e San Bonifacio, rintracciati e messi in carcere

Sono due cittadini di nazionalità marocchina, M.M. di 22 anni ed M.J. di 31 anni. Hanno preso a calci e pugni le loro vittime per portargli via cellulari e portafogli

La scorsa settimana, i carabinieri di San Bonifacio e del nucleo operativo e radiomobile di Verona hanno eseguito un'ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di due pregiudicati. A finire in manette sono stati il ventiduenne M.M. ed il trentunenne M.J., entrambi di nazionalità marocchina, senza fissa dimora ed irregolari sul territorio italiano.

L'operazione trae origine da una rapina aggravata, commessa dai due malviventi nella tarda mattinata dell'11 novembre scorso vicino alla stazione ferroviaria di San Bonifacio. Un operaio ivoriano era stato rapinato e violentemente aggredito a calci e pugni. Durante l'aggressione il malcapitato era stato minacciato con un coltello e aveva dovuto consegnare il telefono cellulare e il portafogli, contenente poco più di 100 euro. Nell'occasione, la vittima, era stata medicata al pronto soccorso dell'ospedale Fracastoro di San Bonifacio e dimessa con una prognosi di 7 giorni per le escoriazioni riportate a seguito delle violenti percosse.

Le indagini condotte dai miliari, grazie all'ausilio delle telecamere, hanno consentito di estrapolare le immagini registrate ed i successivi riscontri hanno consentito, in breve tempo, di giungere all’identificazione dei colpevoli, riconosciuti in un secondo momento, senza esitazioni, anche dalla vittima.

Nel corso delle indagini è emerso che M.J. era già stato individuato dal nucleo operativo e radiomobile di Verona come autore di un'altra violenta rapina, commessa a Verona il 4 ottobre 2017 con lo stesso modus operanti.

Il giudice per le indagini preliminari del tribunale di Verona ha riunito i due separati procedimenti penali ed ha emesso la misura cautelare del carcere per entrambi gli stranieri. Il più giovane dei due, M.M., è stato rintracciato dai carabinieri a San Bonifacio, mentre il provvedimento a carico del trentunenne M.J. è stato eseguito dai carabinieri di Verona nel centro di identificazione ed espulsione di Torino. I due stranieri si trovano ora nelle case circondariali di Verona e Torino.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Ristrutturare casa: come riconoscere un muro portante

  • social

    Boom del social fitness: come tenersi in forma da casa

  • social

    Concorso Volotea: VOTATE “VERONA FOR ALL”

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento