menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Carabinieri davanti alla caserma di Bussolengo

Carabinieri davanti alla caserma di Bussolengo

Non rispetta l'obbligo di dimora a Garda, scattano gli arresti domiciliari

L'uomo era stato visto dai carabinieri a Bussolengo, i quali hanno segnalato la violazione all'autorità giudiziaria. E a Peschiera del Garda eseguito un ordine di carcerazione per un uomo classe '47

Nel corso di mirati servizi di controllo del territorio, i carabinieri della compagnia di Peschiera del Garda hanno arrestato due uomini in due distinte operazioni.

Il primo arresto è stato effettuato dai carabinieri di Bussolengo nei confronti di S.D., veronese, classe '89, pregiudicato. Per lui sono scattati gli arresti domiciliari perché aveva violato le prescrizioni di un altro provvedimento cautelare al quale era stato sottoposto.
S.D., l'11 gennaio scorso, era stato sottoposto all'obbligo di dimora nel comune di Garda con divieto di allontanarsi e di uscire dalla propria abitazione dalle 20 alle 6. Il 19 gennaio, una pattuglia dei carabinieri ha notato S.D. in Piazzale Vittorio Veneto a Bussolengo. Nella circostanza, i militari lo hanno sottoposto a controllo e, dopo gli accertamenti del caso, hanno scoperto la violazione della misura cautelare. A quel punto gli hanno intimato di fare rientro nel comune di Garda e hanno segnalato immediatamente il fatto all'autorità giudiziaria che, a distanza di pochi giorni, ha emesso l'ordinanza di custodia cautelare ai domiciliari. Ordinanza che i carabinieri di Bussolengo hanno eseguito, accompagnando S.D. alla sua abitazione a Garda.

Il secondo arresto è stato operato dai carabinieri di Peschiera del Garda nei confronti di E.F., napoletano, classe '47. Su di lui era stato emesso un'ordine di carcerazione da parte della Procura della Repubblica di Bolzano. L'uomo dovrà espiare una pena di nove mesi di reclusione e dovrà pagare una multa di cinquecento euro poiché ritenuto colpevole dei reati di commercio di prodotti contraffatti e furto. Reati commessi a Bolzano nel maggio 2013.
L'arrestato è stato condotto al carcere di Montorio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Non siete soli: lettera canzone dedicata agli studenti

  • social

    La Storia di Verona: da oggi in libreria e in edicola

  • Benessere

    Melograno: antiossidante e brucia grassi, ma non solo

  • social

    4 Maggio Star Wars Day

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento