menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Via Solferino, furti in garage e cantine. I carabinieri arrestano un 26enne

Il giovane aveva chiuso la refurtiva in pesanti valige e in un frigo portatile che trascinava lungo la via. Un residente insospettito ha chiamato il 112 e il ladro è stato arrestato

Ieri mattina, 18 agosto, intorno alle 6, un cittadino veronese ha notato in via Solferino un ragazzo sospetto. Il giovane trascinava alcune valigie, all'apparenza pesanti, con un atteggiamento sospetto e frettoloso. Il passante, prima di rientrare a casa, ha chiamato il 112 e in pochi minuti i carabinieri del nucleo operativo e radiomobile di Verona sono arrivati sul posto. Al loro arrivo, il giovane ha lasciato cadere le pesantissime valigie e ha fatto finta di passeggiare. La scena non ha convinto i militari, che hanno fermato il giovane e lo hanno identificano.

Il sospetto è un 26enne cagliaritano. È disoccupato e tossicodipendente. I carabinieri gli hanno posto delle domande precise e lui si è limitato a rispondere di aver trovato poco prima quelle valigie abbandonate in una siepe. I carabinieri, non convinti dalla versione del giovane, hanno aperto le borse e dentro hanno trovato un monitor, latte di olio e tante, tantissime bottiglie di vino di gran pregio e valore. A quel punto, i carabinieri hanno proceduto alla perquisizione personale sul ragazzo fermato. Con sé, il giovane aveva due grosse tronchesi, due cacciaviti ed una chiave marcata Ducati, completa di chiavetta apri bloccadisco, chiave che il ragazzo ha indicato come la propria chiave di casa.

In seguito, poco distante, i carabinieri hanno visto un'altra valigia e un frigorifero portatile. La valigia era piena di bottiglie di vino di valore pregiato (per un totale di 50 bottiglie circa) e nel frigorifero portatile c'erano surgelati alimentari di vario genere. Inoltre, appoggiate al frigo, c'erano anche cinque biciclette. Tutto materiale che il cagliaritano stava trascinando casa.

I militari hanno tentato di far collaborare il giovane, per comprendere chi fosse stato derubato. Il 26enne però ripeteva di aver trovato tutto abbandonato per strada. A quel punto i carabinieri hanno citofonato a tutti i condomini della via, per controllare garage e cantine e scoprire un eventuale furto. È stato così scoperto che tre cantine e un garage erano stati forzati. Poco alla volta, i militari dell'Arma sono riusciti a restituire ogni oggetto presente nelle valigie ai legittimi proprietari. Tutto è stato recuperato, dal frigo alle bottiglie di vino pregiato, ai monitor, anch'essi ritrovati ben nascosti nelle valigie tra le bottiglie di vino.

Infine, all'uscita dei garage di via Solferino è stata trovata una moto Ducati. I carabinieri hanno inserito la chiave trovata in possesso del 26enne e la moto è partita. I carabinieri sono poi riesciti a rintracciare il proprietario, che pochi giorni fa aveva denunciato il furto della moto e di due bici verdi, regolarmente tenute nel suo garage.

I carabinieri hanno così arrestato il giovane per i reati di furto aggravato continuato, ricettazione e possesso ingiustificato di chiavi e grimaldelli.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Ristrutturare casa: come riconoscere un muro portante

  • social

    Boom del social fitness: come tenersi in forma da casa

  • social

    Concorso Volotea: VOTATE “VERONA FOR ALL”

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento