rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Cronaca Valverde / Via Salvo D'Acquisto

Ladro acrobata arrestato, ricercato il complice. Almeno 18 i furti commessi

Hanno colpito a Verona, Mozzecane e in provincia di Mantova, in 4 mesi. Nel dicembre scorso erano stati scarcerati e hanno continuato la loro attività criminale

Quando gli è stato notificato l'arresto per almeno 18 furti compiuto tra Verona e Mozzecane, E.T., albanese classe '85, era già in carcere a Viterbo sempre per furto.

Lui e il suo complice, M.Z., era già stati arrestati nel dicembre 2015 dai carabinieri di San Michele Extra. Erano i ladri acrobati che avevano messo a segno dei furti in alcune abitazioni di via Scarlatti arrampicadosi sulle grondaie. Non passa neanche un mese e i due vengono scarcerati. La loro attività può dunque continuare e mettono a segno altri colpi tra Verona, Mozzecane e la provincia di Mantova. 

Attraverso un'accurata attività d'indagine i militari sono riusciti a trovare le prove della loro colpevolezza per almeno 18 furti o tentati furti nel periodo che va dal novembre 2015 al febbraio 2016. I carabinieri hanno ricostruiti i loro movimenti tramite i tabulati telefonici. Inoltre nelle abitazioni in cui vivevano a Verona è stata ritrovata parte della refurtiva dei vari furti. 

E.T. ed M.Z. non vivevano insieme, ma erano ospiti di ignari cittadini italiani a cui avevano detto di lavorare come operai all'Arena, smontando e rimontando le scenografie. Solo che gli attrezzi che avevano con loro non gli servivano per le scenografie, ma per rubare negli appartamenti. Con M.Z. vivevano poi altri due albanesi, che molto probabilmente facevano parte della banda, anche se finora non è stato possibile accertarlo.

In ogni caso, E.T. si trova ora in carcere, mentre M.Z. è ricercato.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ladro acrobata arrestato, ricercato il complice. Almeno 18 i furti commessi

VeronaSera è in caricamento