Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca Centro storico / Via dello Zappatore

Viene arrestato due volte per il passaporto falso: "Tutta colpa dell'ambasciata"

Un cittadino nigeriano doveva rinnovare il permesso di soggiorno scaduto, così la prima volta si è fatto spedire il documento dai suoi parenti in Africa, che però non risultato essere originale

Per due volte è stato arrestato perché in possesso di un passaporto ritenuto falso, eppure entrambe le volte sembrava aver seguito tutti gli iter regolari per ottenerlo. 
Il giornale L'Arena riporta la curiosa vicenda che ha come protagonista un uomo di origini nigeriane che da tempo vive nella zona. La prima volta si fece spedire il documento, che gli serviva per rinnovare il permesso di soggiorno, direttamente dai suoi parenti in Nigeria, ma quando si presentò in Questura per svolgere le pratiche burocratiche finì in manette, come previsto dalle norme antiterrorismo, in quanto la carta non risultava originale. 
Convalidato il primo fermo, l'uomo è tornato in libertà ma doveva ancora risolvere il problema del permesso di soggiorno. Si è diretto quindi a Roma, all'ambasciata della Nigeria, dove ha regolarmente pagato e ottenuto il documento. Tornato negli uffici di via Galtarossa però, gli agenti hanno scoperto che la banda magnetica del passoporto non corrispondeva al numero della copertina e per lui sono scattate ancora le manette. 
Martedì, davanti al giudice, il nigeriano ha prodotto la regolare ricevuta di pagamento e il suo legale ha chiesto un termine per acquisire tutta la documentazione. Al termine dell'udienza l'uomo è stato liberato: si presenterà in aula a gennaio. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Viene arrestato due volte per il passaporto falso: "Tutta colpa dell'ambasciata"

VeronaSera è in caricamento