rotate-mobile
Cronaca

Arrestato a Peschiera uno dei ladri del "colpo del secolo"

S.I., 40enne, con altri sodali aveva rubato 150 chili di oro in un'azienda orafa di Pergine Valdarno

Era uno dei nove componenti della banda del "colpo del secolo". L'8 marzo scorso dei malviventi, isolando la frazione Poggio Bagnoli del comune di Pergine Valdarno (Arezzo), riuscirono a rubare dalla ditta Salp circa 150 chili di oro. I ladri bloccarono la strada di accesso al paese nelle due direzioni di marcia grazie a un'auto e a macchinari rubati, poi, con una ruspa, buttarono giù un muro dell'azienda orafa, per poi scappare via indisturbati. Uno dei partecipanti al colpo, S.I., 40enne di origine pugliese, è stato arrestato dagli agenti della squadra mobile di Verona in un albergo di Peschiera del Garda. Si trovava lì perché voleva visitare la manifestazione Fieracavalli per acquistare alcuni esemplari. A dimostrazione che era un professionista del crimine dalle notevoli risorse economiche. Quest'uomo sarebbe, secondo gli inquirenti, chi avrebbe materialmente rubato la ruspa per il colpo.

Le indagini hanno portato all'ordinanza di custodia cautelare di tre persone, mentre altre sei sono indagate in stato di libertà. Oltre all'arresto "veronese", sono state portate a termine altre due operazioni di polizia nelle province di Bari e Foggia e sono state effettuate nove perquisizioni tra Andria, Barletta e Bitonto.


Le indagini hanno preso l’avvio dalla segnalazione, da parte della polstrada, della denuncia di furto di una grossa ruspa nei pressi dell’autostrada, vicino alla ditta Salp, un mese prima del colpo. Indispensabile l’attività della polizia scientifica, che ha permesso l'analisi dei campioni biologici raccolti comparandoli con i dna degli indagati. Il campione iniziale è stato isolato nel fuoristrada che i malviventi avevano usato per scappare con il bottino.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arrestato a Peschiera uno dei ladri del "colpo del secolo"

VeronaSera è in caricamento