Cronaca via sant'Eupreprio

Coppia di fratelli spacciatori di cocaina, arrestati nel loro appartamento

Secondo la ricostruzione degli uomini della squadra mobile, i due fratelli gestivano una bella porzione del mercato della cocaina in città

Arrestati due fratelli spacciatori. Il blitz della squadra mobile scaligera è avvenuto ieri: gli agenti hanno prelevato Gianluca Giovinazzo, classe '86, incensurato, e suo fratello Demetri Giovinazzo, classe '88, pregiudicato, entrambi di Polistena (Reggio Calabria), mentre si trovavano nella loro abitazione in via sant'Eupreprio.

I due giovani, notati nel corso di un servizio di osservazione in atteggiamenti sospetti, sono stati sottoposti a controlli e a prequisizioni domiciliari. Nell'abitazione i poliziotti hanno trovato e sequestrato 336,5 grammi di cocaina pura e 3.250 euro suddivisi in banconote di vario taglio, verosimilmente provento dell’attività di spaccio. All’interno dell’abitazione sono state rinvenute e sequestrate anche tre fedeli riproduzioni delle pistole in uso alle forze di polizia. La tavoletta più grande di cocaina, quella di 285 grammi, è stata trovata occultata all’interno di una ruota di autovettura, lasciata all’interno del garage.

Gli arrestati sono stati condotti nel carcere di Verona Montorio a disposizione della Autorità Giudiziaria. Questa mattina i due arresti sono stati convalidati ed il giudice ha disposto la custodia cautelare in carcere.


Secondo la ricostruzione degli agenti due fratelli Giovinazzo avrebbero avuto in mano una bella porzione del mercato di spaccio di cocaina per la città di Verona e di certo non si occupavano solo della vendita, avendo trovato all’interno dell’abitazione i tipici strumenti che servono per la lavorazione e il confezionamento della stessa. Approfittando della loro giovane età, avrebbero cercato di ricavare la maggior parte dei loro guadagni vendendo soprattutto a giovani e giovanissimi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coppia di fratelli spacciatori di cocaina, arrestati nel loro appartamento

VeronaSera è in caricamento