rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Cronaca

Arrestati due rapinatori, avevano messo a segno 10 colpi

Sono stati incastrati dalle telecamere di sorveglianza di una sala bingo a San Giovanni in Lupatoto

I carabinieri della Compagnia di Verona hanno arrestato due persone, accusate di aver messo a segno una serie di rapine. Antonino Favazza, 30 anni, originario del catanese, con una lunga fila di precedenti penali, e Nabil Choukri, marocchino 28enne, incensurato, sono stati fermati dopo un'indagine condotta dai militari dell'Arma, in collaborazione con le stazioni di San Michele Extra e San Martino Buon Albergo.

I malviventi agivano sempre in coppia: uno dei due faceva un rapido sopralluogo nel locale che avevano preso di mira, poi entrava in azione l'altro complice, con il volto coperto e rapinava. Sono stati incastrati dalle telecamere di sorveglianza di una sala bingo a San Giovanni Lupatoto e ad un negozio "Compra oro" a Vago di Lavagno il 12 dicembre e sono accusati di rapina a mano armata anche all'ufficio postale di Roveredo di Guà, lo scorso 7 dicembre I carabinieri sono certi che la banda abbia messo a segno almeno una decina di colpi, a partire da giugno, quando Favazza è uscito dal carcere. Talvolta i bottini sono stati cospicui, anche fino a 12mila euro, che poi lo stesso Favazza "reinvestiva" giocando al videopoker e alle slot machine. Il Gip ha convalidato la custodia cautelare in carcere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arrestati due rapinatori, avevano messo a segno 10 colpi

VeronaSera è in caricamento