Cronaca

Arrestati cittadini dell'est specializzati in furti

La Mobile ha fermato due giovani che viaggiavano su un'auto rubata

Ricettazione. Questa l’accusa con la quale due cittadini dell’est europeo sono stati fermati dagli uomini della Squadra Mobile di Verona, diretti dal vice questore aggiunto Gianpaolo Travisi. I due sono Oleksandr Paynich, ventenne ucreino, ma residente a Verona, e Serghei Focsa, moldavo di 23 anni, senza fissa dimora e con a carico ben 4 false identità.

Il provvedimento restrittivo nei confronti dei due giovani è scattato dopo che gli investigatori della Squadra Mobile scaligera avevano dato la caccia agli autori di una serie di furti che erano stati commessi dal mese di dicembre dello scorso anno nel veronese. Le rapine, per le quali veniva utilizzata un’autovettura rubata a Monteforte D’Alpone il 3 dicembre scorso, prendevano di mira abitazioni private ed autovetture in sosta.

Gli agenti hanno provveduto a fermare i due dopo che, nel corso di un servizio antirapina, hanno notato l’autovettura transitare in Via Palazzina. Una volta fermata hanno confermato il furto del veicolo su cui viaggiavano i due giovani. Da una successiva perquisizione, gli agenti della Mobile hanno rinvenuto numerosi oggetti riconducibili ad altri furti. Dall’analisi del materiale rinvenuto e sequestrato dagli investigatori, sono stati quindi successivamente addebitati ai due uomini due furti in abitazione e due furti a bordo di autovettura, tutti perpetrati nella notte del 3 dicembre scorso a Monteforte D’Alpone, e quattro furti su autovetture effettuati nella notte del 22 gennaio scorso a Verona, in Via Cervia.

Per i due si sono aperte le porte del carcere di Montorio e sono stati messi a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arrestati cittadini dell'est specializzati in furti

VeronaSera è in caricamento