Dolore a Pressana e Cologna per la morte di Arianna Fin, madre di due bimbe

La donna, impiegata di banca, si è spenta a 37 anni nell'ospedale di San Bonifacio, dopo aver lottato per quattro anni contro un adenocarcinoma

Arianna Fin (a destra) con la sua famiglia (Foto Facebook)

Si è svolto questa mattina, 27 giugno, alle 10, nel Duomo di Cologna Veneta, il funerale di Arianna Fin. La donna, impiegata di banca, si è spenta a 37 anni mercoledì scorso nell'ospedale di San Bonifacio, dopo aver lottato per quattro anni contro un adenocarcinoma. Il suo corpo, dopo la funzione religiosa, è stato accompagnato al cimitero di Pressana, dove Arianna è stata sepolta.

E proprio le comunità di Cologna Veneta e di Pressana sono quelle rimaste maggiormente colpite da questo triste lutto. Arianna Fin era originaria di Caselle di Pressana e si era trasferita con il marito Valeriano Lora a Cologna dopo la nascita delle figlie Benedetta, 6 anni, e Vittoria Maria, 4 anni. Bimbe a cui il papà ha dovuto raccontare che la mamma è volata in cielo e che ora veglierà su di loro come un angelo.
Oltre al dolore, tra i familiari e gli amici di Arianna e Valeriano ci sono anche sconcerto ed incredulità. Anche ieri, durante il rosario, c'era chi ancora non riusciva a rendersi conto che tutto era davvero successo, che Arianna non ci fosse più.

Una donna solare e sempre col sorriso sulle labbra, così viene descritta Arianna Fin da una sua conoscente. «Quella di Valeriano e Arianna era una coppia da far invidia», prosegue. E davvero non si riesce a trovare una spiegazione al fatto che una famiglia così debba essere toccata da una perdita tanto dolorosa. 
Valeriano e Arianna si erano conosciuti da giovanissimi. Lui, appassionato di ciclismo, ha corso con la Fdb di Cologna Veneta e poi è diventato agente della polizia locale di Sossano, nel Vicentino. Lei ha studiato economia all'università e poi ha trovato lavoro in banca. Un coppia che è sempre rimasta unita, benedetta dopo il matrimonio del 2011 dalla nascita di due splendide bambine. Una coppia che è sempre rimasta unita anche nel dolore di una malattia che ha lasciato subito poche speranze, fin dalla prima diagnosi del 2016. A quelle speranze, però, tutti si erano aggrappati, fino al triste epilogo di mercoledì scorso.

Arianna Fin si è spenta ed ora vive nei ricordi di chi le ha voluto bene. Ricordi che dovranno essere trasmessi anche a Benedetta e Vittoria Maria, che così potranno conoscere meglio la loro mamma. Una madre generosa anche nell'addio, visto che la famiglia ha acconsentito alla donazione delle cornee.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

arianna fin-2
(Arianna Fin)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dal reparto Covid-19 di Borgo Trento: «Sappiamo cosa ci aspetta per i prossimi mesi»

  • Quanta acqua devo bere al giorno? Ecco quello che non sapevi

  • Lo studio a Negrar: «Minore è la quantità di virus, meno gravi i sintomi della malattia»

  • Contro gli assembramenti, provvedimenti diversificati e "zone rosse" a Verona

  • Un morto ed un ferito per un incidente motociclistico a Caprino Veronese

  • Nuova ordinanza a Verona contro il virus: le tre "aree" della città e tutti i divieti in vigore

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeronaSera è in caricamento