rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022
Cronaca Borgo Roma / Via Alessandro Fleming

Presidio animalista davanti ad Aptuit: «La lotta per la liberazione dei Beagle continuerà»

La protesta si è svolta mercoledì 22 dicembre e ha visto la partecipazione delle delegazioni di Fronte Animalista, Centopercentoanimalisti, Animalisti Italiani, AVI e Animalisti indipendenti

Mercoledì 22 dicembre, le delegazioni del Fronte Animalista, Centopercentoanimalisti, Animalisti Italiani, AVI e Animalisti indipendenti, hanno presidiato i cancelli di Aptuit a Verona, per chiedere la liberazione dei cuccioli di Beagle destinati alla sperimentazione Animale.

Gli animalisti riferiscono che davanti all'ingresso dell'azienda erano presenti poliziotti del reparto mobile, ageni Digos e carabinieri per monitorare il presidio, mentre all'interno le guardie giurate monitoravano gli accessi. 
«Molto probabile che decine di dipendenti siano stati fatti rimanere a casa, il parcheggio era chiuso, con poche auto all’interno, segno che la pressione Animalista begli ultimi tempi, ha creato non pochi “turbamenti” alla dirigenza», hanno affermato i gruppo che hanno partecipato alla protesta, i quali hanno poi sottolineato che questa andrà avanti: «La lotta per la liberazione dei poveri Beagle prigionieri di Aptuit continuerà, questo è poco ma sicuro, più che un dovere, questa è la promessa che abbiamo fatto a quelle povere creature che stanno passando le pene dell’inferno a Verona».

Aptuit-Verona-11-2

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Presidio animalista davanti ad Aptuit: «La lotta per la liberazione dei Beagle continuerà»

VeronaSera è in caricamento