rotate-mobile
Lunedì, 17 Giugno 2024
Cronaca Centro storico / Piazza Bra

Riqualificazione Arsenale: stralciate molte delle 709 osservazioni presentate in Consiglio

Le opposizioni da tempo lamentano un'assenza di confronto in merito al project financing per la rivalutazione dell'ex Arsenale. Nell'ultimo Consiglio è stata approvata la delibera che stralcia gran parte delle osservazioni presentate sulla Variante 25 e giudicate "non pertinenti"

È stata approvata nella serata di ieri, venerdì 31 marzo, in Consiglio comunale con 17 voti favorevoli e 9 contrari, la delibera emendata relativa alle osservazioni pervenute sulla variante 25 al Piano degli Interventi, attinente al project financing dell’Arsenale. Accolti dall’assessore all’Urbanista Gian Arnaldo Caleffi 5 dei 1981 emendamenti collegati, 3 a firma del Sindaco Flavio Tosi e 2 del consigliere Pd Elisa La Paglia.

In particolare, il documento è approvato con le modifiche sostanziali introdotte dai 3 emendamenti a firma del Sindaco Tosi, che hanno apportato lo stralcio, ai sensi della Legge Regionale 11/2004, o la non accoglibilità di tutte le osservazioni, con relative controdeduzioni non pertinenti alla variante. Nello specifico gli emendamenti precisano che “dall’esame delle 709 osservazioni presentate emerge che moltissime contengono semplici considerazioni sulle scelte operate dal Consiglio comunale o pongono domande di carattere generale sugli effetti delle scelte medesime, senza apportare in alcun modo un contributo alla definizione di tali decisioni".

"Inoltre - si legge ancora all'interno del testo - nello specifico delle osservazioni indicate nell’emendamento soppressivo, si tratta di considerazioni che non presentano neppure un minimo apporto collaborativo e sono prive di valenza ai fini della definizione del contenuto della variante. Per questo sono state valutate inammissibili e conseguentemente stralciate dall’elaborato allegato alla proposta. In altri casi le osservazioni presentate sono state ritenute non accoglibili perché strutturate su argomentazioni che non hanno rilevanza urbanistica e riguardano future convenzioni patrimoniali”.

Durissime le reazioni da parte di esponenti del Movimento 5 Stelle e del Partito Democratico. Sul proprio profilo Facebook il consigliere pentastellato Gianni Benciolini, subito dopo l'approvazione della variante 25 e lo stralcio di quasi duemila emendamenti, ha scritto: "Sto male per la nostra città!! Tosi, un sindaco morente, ormai in vita solo grazie al respiratore artificiale, fa approvare la variante 25 che regala per 50 anni ad un privato l'Arsenale che verrà trasformato in un centro commerciale. Gli spazi pubblici saranno a pagamento. Il comune dovrà pagare milioni di euro in 50 anni per poterne usufruire!! Sono sconfortato, ma il Movimento nel prossimo quinquennio, se sarà chiamato a governare la città, restituirà l'Arsenale alla città!!!".

Dal canto suo anche Elisa La Paglia, consigliere per il Pd in Comune, ha affidato a Facebook la sua ferma condanna di quanto avvenuto durante l'ultima seduta, accompagnando con queste parole un video/commento, sconfortato e polemico, girato proprio in serata all'interno degli spazi dell'Arsenale austriaco: "Oggi sono sospesi i nostri sogni per l'Arsenale".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riqualificazione Arsenale: stralciate molte delle 709 osservazioni presentate in Consiglio

VeronaSera è in caricamento