Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca Veronella / Via Torricelle

Antenne abusive sulle Torricelle: demanio chiede di rimuoverle ma c'è l'autorizzazione a trasmettere

Resta intricata la questione dei ripetitori televisivi e radiofonici forse abusivi collocati nei pressi della Torricella Massimiliana a Verona. Ora ne discute anche la commissione consiliare

"È una storia lunga. Fino al 1984 la torre era in concessione al Comune che vi ospitava l’Istituto antigrandine del Cnr, e dalla scadenza della proroga, nel 1987, sul suo tetto si sono aggiunte antenne e ripetitori di nuovi gestori radiotelevisivi e anche gli interni sono stati modificati per fare spazio alle attrezzature. Inoltre è stato costruito un traliccio abusivo". Con questa premessa riporta da L'Arena, il capogruppo Pd Michele Bertucco ha portato la questione delle antenne sulla seconda Torricella all'attenzione  della commissione consiliare terza.

La questione era stata di nuovo portata agli onori della cronaca a ottobre 2015 dalla trasmissione Report di Rai 3. Solo che si tratta di un intricato e annoso problema che appare senza soluzione. Il demanio, da canto suo, vorrebbe la rimozione dei ripetitori televisivi abusivi, alcuni dei quali sono stati eretti proprio all'intero della Torricella.

Sul tema sono intervenuti anche l'assessore al Bilancio Paloschi e alcuni dirigenti comunali: "Già nel 1994 il Comune aveva inviato in procura la notizia di reato chiedendo la rimozione delle antenne, ma il fatto che si produrrebbe un’interruzione di servizio pubblico ha fatto cadere nel vuoto qualsiasi azione. Quindi la cosa più realistica è verificare la possibilità di soluzioni alternative per il ripristino della fruizione pubblica del sito tutelato. A quel punto si aprirebbe la possibilità di acquisire la struttura, con il solo onere della manutenzione". L'Arena riporta anche che l'assssore Paloschi ha già organizzato tre incontri con gli enti interessati per trovare una collocazione alternativa per questi ripetitori.

Nell'intricata questione sono coinvolti non solo il Comune di Verona e il Demanio, proprietario dell'area, ma anche la Provincia, la Regione, l'Arpav, il ministero per lo Sviluppo Economico e la Sovrintendenza, senza contare tutte le emittenti televisive e radiofoniche collegate a questi ripetitori non regolari.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Antenne abusive sulle Torricelle: demanio chiede di rimuoverle ma c'è l'autorizzazione a trasmettere

VeronaSera è in caricamento