Castelletto di Brenzone, 18enne annega dopo un tuffo nel Lago di Garda

Il giovane di Colognola ai Colli si è tuffato da uno dei pontili prossimi all'hotel Merano ed è subito sembrato in difficoltà. Inutile il tentativo di un suo amico di riportarlo a terra. Il corpo è stato ritrovato dai sommozzatori

(Foto di repertorio)

È deceduto per annegamento, il ragazzo di 18 anni che ieri pomeriggio, 30 agosto, si era tuffato nelle acque del Lago di Garda.

Il giovane di Colognola ai Colli si chiamava Mohamed Amine Khaioui ed era andato al lago con gli amici. Intorno alle 18.30, si è tuffato da uno dei pontili prossimi all'hotel Merano, nella frazione di Castelletto, a Brenzone. Il 18enne avrebbe subito mostrato di essere in difficoltà ed uno dei suoi amici si è pure gettato in acqua per riportarlo a riva. Il tentativo, però, non è andato a buon fine. Il corpo del giovane si è inabissato nel lago, mentre l'amico è riuscito a tornare sulla spiaggetta.

Dato l'allarme, ai soccorsi in acqua hanno partecipato gli uomini della guardia costiera, i vigili del fuoco e i Volontari del Garda. A terra, invece, sono sopraggiunti i sanitari del 118 ed i carabinieri di Malcesine.
Nel giro di un'oretta, il corpo del 18enne è stato recuperato, purtroppo senza vita, dai sommozzatori.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico incidente sul lavoro: operaio 38enne precipita a terra e muore

  • In sella alla moto sbatte contro un'auto a Pizzoletta e perde la vita

  • Bozza Dpcm: coprifuoco Natale e Capodanno (rafforzato), sì pranzi ristorante in zona gialla

  • Covid-19, in Veneto 107 decessi in 24 ore. 27 tra Verona e provincia

  • Un hotel extra lusso nel cuore di Verona al posto degli ex uffici Unicredit

  • Il Veneto resta zona gialla, ora è ufficiale. Presidente Zaia: «Non abbassiamo la guardia»

Torna su
VeronaSera è in caricamento