Omicidio di Albaredo d'Adige, condannata anche la fidanzata di Andrei Filip

Condannata a 14 anni e 8 mesi dal Tribunale dei minori di Venezia la fidanzata di Andrei Filip, autore nel febbraio del 2016 dell'omicidio della madre e della sorellina undicenne

Andrei Filip e la fidanzatina

Un duplice omicidio quanto mai efferato, prima la madre poi la sorellina di soli 11 anni, entrambe morte per mano di Andrei Filip, cittadino rumeno di 21 anni che lo scorso 13 febbraio del 2016 aveva ucciso e fatto a pezzi la madre Mirela Balan e la figlioletta, gettandone poi i resti nell'Adige. 

Nella vicenda parrebbero ora emergere alcune responsabilità anche dell'allora fidanzata di Filip, la quale secondo l'accusa avrebbe aiutato Andrei passandogli il coltello con il quale è stato compiuto l'omicidio della madre, oltre che a disfarsi dei cadaveri. Stando a quanto riportato da Enrico Presazzi sul Corriere del Veneto, il Tribunale dei minori di Venezia ha perciò condannato la fidanzatina di Filip che all'epoca dei fatti non aveva ancora raggiunto la maggiore età, a 14 anni e 8 mesi di reclusione.

La complicità della ragazza sarebbe da ricondursi esclusivamente all'omicidio nei confronti di Mirela Balan, mentre per quanto riguarda la morte della sorellina, Filip avrebbe agito da solo strangolandola senza ausilio alcuno. La difesa della ragazza durante le varie fasi del processo a suo carico, ha sempre sostenuto la sua estraneità all'azione omicida di Filip, mentre la giovane ad un'emittente televisiva rumena aveva però raccontato che Andrei l'avrebbe costretta sotto minaccia ad aiutarlo a disfarsi dei corpi, intimandole che in caso contrario l'avrebbe uccisa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ora la giovane si trova ancora in libertà in Romania dove aveva fatto ritorno a seguito della vicenda, mentre in questi mesi è stata ventilata l'ipotesi di una sua possibile estradizione. Al momento però nessuna misura è stata emessa nei suoi riguardi e l'avvocato Quintarelli che la difende ricorrerà in Appello, mentre per Andrei Filip era già arrivata in passato la condanna all'ergastolo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus: 11 nuovi casi in Veneto e l'ospedale di Borgo Trento torna ad avere ricoverati

  • Coronavirus, crescono contagi a Verona. Una nuova vittima in Veneto

  • Ancora un violento temporale e forte vento nella notte su Verona e provincia

  • Temporali in arrivo dopo il gran caldo: stato di attenzione in Veneto fino a martedì

  • La sua ragazza non risponde e chiama il 112: trovata in una casa con droga e refurtiva

  • Coronavirus, un nuovo morto in Veneto e purtroppo è veronese

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeronaSera è in caricamento