Martedì, 28 Settembre 2021
Cronaca Porto San Pancrazio / Via Galileo Galilei

Folgorato e caduto da un vagone, 18enne rimane in prognosi riservata

Si chiama Andrea Gresele ed è un talento del vivaio dell'Hellas Verona. Con degli amici aveva preso in affitto una casa in Via Galilei, a Verona, per divertirsi. Da lì, avrebbe scavalcato la recinzione della ferrovia, raggiungendo i binari della stazione di Porta Vescovo

Un ragazzo che compirà 19 anni. Uno studente dell'istituto Seghetti che quest'anno ha l'esame di maturità. Un terzino della Primavera dell'Hellas Verona, chiamato talvolta ad allenarsi con la prima squadra. Un giovane di Isola Vicentina, giunto da qualche anno nel capoluogo scaligero per inseguire il sogno di diventare un calciato. Un compagno di squadra, un amico, un figlio. È tutto questo e anche altro Andrea Gresele, il 18enne ricoverato in terapia intensiva dalle 3 della notte di domenica, 7 febbraio, all'ospedale di Borgo Trento, a Verona. È lui il giovane salito sul tetto di un vagone fermo sui binari che corrono lungo via Galilei. E da lassù è caduto, dopo aver toccato i cavi elettrici che alimentano i treni, rimanendo folgorato. La scarica di elettricità gli ha ustionato la mano, mentre la caduta gli ha procurato la frattura di una vertebra ed un forte trauma cranico. Proprio per quel trauma, il giovane è stato già sottoposto ad un intervento chirurgico, che pare sia andato bene. Ma il paziente rimane in prognosi riservata.

Il personale medico sta svolgendo il suo lavoro per salvare Andrea Gresele. Nel frattempo, prosegue anche il lavoro della polizia ferroviaria, incaricata di ricostruire quanto accaduto l'altra notte. Quello che, al momento, sembra essere certo è che il 18enne aveva preso in affitto un appartamento in Via Galilei, per passare tutti insieme il fine settimana. Un gruppetto di otto ragazzi che voleva divertirsi, venendo meno alle limitazioni anti-Covid attualmente in vigore. La casetta affittata ha un piccolo giardino rivolto verso la recinzione della ferrovia. Da quel giardino, da solo o in compagnia di qualche amico, Andrea Gresele avrebbe raggiunto la recinzione, salendo su di una sedia. A quel punto, il 18enne l'avrebbe superata per raggiungere i vagoni, ma il perché non è chiaro. Probabilmente una bravata, che potrebbe costare caro al giovane vicentino, il quale proprio sopra ad un vagone ha toccato un filo dell'alta tensione ed è caduto a terra.
I suoi amici, vedendo cosa era successo, hanno subito chiamato i soccorsi. I sanitari sono stati aiutati dai vigili del fuoco per portare il ragazzo in barella dai binari all'ambulanza, che subito lo ha trasportato in ospedale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Folgorato e caduto da un vagone, 18enne rimane in prognosi riservata

VeronaSera è in caricamento