rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021
Cronaca

Ammanettano il titolare e assaltano la gioielleria

Colpo a mano armata da 100mila euro da Lonardi a Cerea. Commessi sotto scacco di due malviventi

Sono entrati nel negozio, hanno ammanettato le persone al bancone minacciandole con una pistola e hanno razziato tutto il possibile per circa 100mila euro di bottino. Attimi di paura, stamattina, verso le 9e30, poco dopo l’orario di apertura, alla gioielleria e orologeria Lonardi di Cerea, in via Paride. Due rapinatori, forse italiani, sono penetrati nel negozio, hanno estratto una pistola e hanno immobilizzato il titolare, Simone Lonardi, e una sua collaboratrice. Mentre uno li teneva sotto scacco con l’arma, l’altro ha riempito alcuni sacchetti con tutto ciò che ha trovato esposto su vetrine ed espositori: orologi, bracciali, anelli, collier e monili generici. Poi la fuga, a bordo di un auto, una Fiat Uno, rubata a Cerea la sera prima.

È ancora in corso di quantificazione l’ammontare esatto del colpo, ma i carabinieri di Legnago, che stanno seguendo le indagini, sospettano che nelle mani dei rapinatori siano finiti circa 100mila euro in gioielli. I carabinieri del Comando provinciale di Verona non hanno rilevato la presenza di telecamere di sorveglianza, e proprio per questo, i due rapinatori avrebbero assaltato il negozio a viso scoperto, certi di non poter essere ripresi e non destare sospetti una volta usciti. L’auto usata nella rapina, intanto, è stata già rintracciata dai militari a 150 metri dalla gioielleria, nel parcheggio del centro commerciale Le Vallette. In corso d’opera anche l’eventuale identikit con i dettagli dei malviventi che i negozianti, ancora sotto choc, potrebbero fornire.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ammanettano il titolare e assaltano la gioielleria

VeronaSera è in caricamento