menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Amia, un accordo con Prilep per la differenziata

Amia, un accordo con Prilep per la differenziata

Amia, un accordo con Prilep per la differenziata

Formalizzata l'intesa in materia di rifiuti e ambiete con la citt macedone

La delegazione macedone che in questi giorni sta visitando la città ha oggi raggiunto un’importante traguardo per l’ambiente. Nell’ufficio del sindaco Tosi è stato siglato oggi un “patto d’amicizia” con la città di Prilep.

È stato inoltre formalizzato, a seguito dei vari sopralluoghi effettuati da Amia nella cittadina macedone, un accordo di collaborazione in materia di gestione dei rifiuti e di salvaguardia ambientale, al fine di ottenere l’allineamento della raccolta dei rifiuti agli standard europei sulla base di esperienze reciproche. Un traguardo importante per i due Comuni, sicuramente proficuo per un confronto di idee, opinioni e spunti organizzativi legati all’ecologia, ma non solo.

“Mi sono trovato a mio agio tra le mura scaligere, a mio avviso la più bella delle città italiane, -dichiara il sindaco di Prilep Marjan Risteski- Questo accordo con Amia e la città di Verona è nato principalmente come un patto per l’ambiente, ma altre realtà seguiranno questo legame che stiamo creando oggi. Si parte sempre con gli accordi economici, ma poi si deve fare spazio anche a scambi in ambito sportivo, culturale e sociale. Siamo orgogliosi di essere la prima città macedone che stringe un’alleanza così importante con una città italiana”.


Durante questa breve visita la delegazione macedone avrà inoltre una ricca agenda di appuntamenti per far conoscere le tecnologie e gli impianti che Amia conduce per la gestione dell’igene urbana e del verde pubblico.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cultura

Gelaterie d’Italia: Gambero Rosso premia la veronese "Terra&Cuore" con Due Coni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    CBD: benefici e controindicazioni

  • Benessere

    Tremolio all’occhio, perché e come evitarlo

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento