Bastione Forte San Giorgio, sinergia Amia e ESEV-CPT per la riqualificazione

Grazie all'accordo tra Amia e l'Ente Scuola Edile Veronese partirà a breve l'attività di pulizia e risanamento del Bastione Forte San Giorgio, in vista dell'avvio dei lavori di recupero dello storico complesso murario della città di Verona

Le Aziende del Comune e le imprese della città scendono in campo per la promozione di un progetto ad alto tasso di sperimentazione, orientato alla tutela e alla valorizzazione dei beni storici e artistici del tessuto urbano e rivolto alla cittadinanza. Alla base del piano, un massiccio intervento di riqualificazione del Bastione di Forte San Giorgio, complesso murario risalente al periodo austriaco che si estende su una vasta area di interesse. Un luogo che testimonia secoli di storia e di vicende umane, ad oggi solo parzialmente accessibile e praticabile, e che si vorrebbe restituire ai cittadini affinché un domani possa divenire luogo di cultura, svago e benessere all’insegna della partecipazione attiva.

Il Bastione di Porta San Giorgio sta per entrare definitivamente fra le proprietà del Comune di Verona. È in attesa del rogito per il passaggio definitivo dallo Stato a Palazzo Barbieri, sulla base dell’accordo datato 2012 fra il Sindaco Tosi, il Direttore Regionale dei beni culturali e paesaggistici, e dal Direttore Generale dell’Agenzia del Demanio. Questo accordo prevede l’obbligo, per il Comune, di valorizzare mura, forti e bastioni, garantendone la più ampia accessibilità.

“Un primo sopralluogo perlustrativo – dichiara il Presidente Andrea Miglioranzi – era stato fatto lo scorso anno e oggi contribuiamo a dare il via all’innovativo progetto pilota di riqualificazione e recupero presentato dall’ESEV-CPT (Ente Bilaterale promosso da Ance Verona e dalle organizzazioni sindacali) finanziato da Fondazione Cariverona. Questa ispezione l’abbiamo stabilita e finalizzata alla verifica della situazione dei luoghi e agli interventi che Amia può mettere in atto.

È necessario provvedere allo sfoltimento di rovi e piante disinfestanti, al decespugliamento delle siepi che coprono le parti alte dei muri i n pietra, ovvero pulizia, risanamento e sistemazione del Forte per poter accedere ed iniziare finalmente i lavori previsti dal progetto che vede il mondo dell’edilizia e delle imprese scendere in campo per la tutela e la valorizzazione di beni storici e artistici del tessuto urbano, a vantaggio di tutti i veronesi. Le esigenze ambientali e quelle di carattere estetico rendono la cura del patrimonio artistico e del paesaggio circostante due aspetti quanto mai importanti per il nostro territorio e interventi come questo, specifici e mirati, rappresentano per noi idee vincenti per valorizzare la nostra splendida Verona, avvolta nell’arte e nell’armonia.

Tramite il Presidente della 3^ circoscrizione Massimo Paci, che ringrazio, siamo stati coinvolti dall’Ente Scuola Edile Veronese per trovare insieme soluzioni ideali e all’altezza del valore storico e dell’ambiente urbano. Questo progetto riporterà Forte San Giorgio alla sua originaria dimensione, che ora è in parte interrata a causa dei detriti che si sono depositati ai fianchi della struttura da oltre un secolo, per la gioia di tutti i cittadini e perché no…. con il favore e la benedizione di Sanmicheli che Vasari descrive come l’architetto che ‘fortificò et adornò’ la sua nativa Verona costruendovi ‘quelle bellissime porte di città… che non hanno in altro luogo pari’.”

“Grazie al rapporto forte e costruttivo con Amia e con il Presidente Miglioranzi – dichiara il Presidente della 3^ circoscrizione Massimo Paci – sono riuscito a concretizzare questa sinergia con L’ESEV-CPT al fine di tutelare e migliorare il valore ambientale e storico del Bastione di Forte San Giorgio. Non dobbiamo dimenticare che il fascino di questi luoghi del centro storico ha ben valso a Verona l’ambito riconoscimento di Patrimonio mondiale dell’Umanità da parte dell’Unesco. Perciò ringrazio tutti i presenti e tutti gli addetti ai lavori che dimostrano quotidianamente quanto la nostra attenzione per il benessere della città sia sempre al massimo.”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Va allo Spi per un controllo: 70enne scopre che l'inps gli deve quasi 37 mila euro

  • Auto con tre giovani a bordo finisce fuori strada e contro un albero: tutti morti sul colpo

  • Due nuove destinazioni dall'aeroporto Catullo di Verona per chi vola con easyJet

  • Illasi, non digerisce un commento negativo della suocera e l'accoltella

  • Protagonista del servizio di "Striscia la Notizia", aggredito e derubato in città

  • Non ce l'ha fatta il 41enne coinvolto in uno scontro frontale a Isola della Scala

Torna su
VeronaSera è in caricamento