rotate-mobile
Domenica, 23 Gennaio 2022
Cronaca Zai / Via Adriano Garbini

Raccolta fondi della Ronda per restituire ai familiari in Guinea la salma di Amadou

Il 24enne morto dopo aver contratto la tubercolosi vivendo in mezzo alla strada, lascia suo figlio di 4 anni, due sorelle e una sposa promessa che vorrebbero dargli l'ultimo saluto

La notte tra il 12 e il 13 febbraio scorso, il 24enne Amadou Kamara, uno dei tanti senza fissa dimora di Verona, è morto in una stanza dell'ospedale di Borgo Roma per arresto cardiaco, dopo essere stato ricoverato all'inizio del mese per aver contratto la tubercolosi.

Kamara ha lasciato Omar, suo figlio di quattro anni, e una moglie promessa. Ora il suo corpo è in una cella mortuaria veronese. I parenti, in particolare le sorelle Aicha e Aminata, e gli amici lo vorrebbero riavere per una degna sepoltura, vorrebbero che il corpo del loro fratello potesse ritornare in patria, per poterlo piangere e onorare almeno dopo la sua morte. Naturalmente, sostenere da soli i costi del rimpatrio per loro è impossibile.

I volontari della Ronda della Carità - Amici di Bernardo Onlus, hanno così deciso di aprire un conto corrente dedicato per raccogliere i fondi necessari allo scopo, creato appositamente anche per avere una maggiore trasparenza. «Uniamoci e riportiamo il feretro a casa in Guinea, - spiega Antonio Aldrighetti presidente della Ronda della Carità - non lasciamolo qui, ancora una volta solo. Ci rivolgiamo ai cittadini, alle associazioni e alle istituzioni, perché insieme a noi si attivino per riportare la salma di Amadou nella sua terra».

Per chi decidesse di contribuire, questo è il conto corrente dedicato: IBAN IT 36 O 02008 11715 000105561881. Nella causale è necessario indicare «il tuo nome per Kamara» (ad esempio«Mario Rossi per Kamara»). Per avere maggiori informazioni sull'iniziativa è possibile consultare il sito web ufficiale della Ronda della Carità (www.rondadellacaritaverona.org).

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Raccolta fondi della Ronda per restituire ai familiari in Guinea la salma di Amadou

VeronaSera è in caricamento