menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Alluvione 2013. Accordo per i danni alle popolazioni dell'est veronese

Uno convenzione sottoscritta da Unicredit mette a disposizione delle comunità colpite un fondo per finanziamenti agevolati, che consentono di accedere ai contributi rilasciati dalle amministrazioni pubbliche

UniCredit è tra le Banche che finanzieranno la ricostruzione delle aree colpite dal terremoto del Centro Italia e che interverranno a sostegno delle popolazioni colpite da eventi calamitosi su tutto il territorio nazionale a partire dal 2013.

UniCredit ha infatti aderito al Plafond messo a disposizione da Cassa Depositi e Prestiti (CDP) per sostenere i cittadini e gli imprenditori danneggiati dal sisma del 24 agosto 2016 e del 26 e 30 ottobre 2016 in Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria attraverso un fondo di finanziamenti agevolati (il cosiddetto Plafond Sisma Centro Italia).

Parallelamente UniCredit ha sottoscritto la convenzione ABI – CDP  "Plafond Eventi Calamitosi", con la quale viene messo a disposizione delle comunità colpite da disastri ambientali e calamità negli ultimi 4 anni un fondo per finanziamenti agevolati, atti a permettere l’accesso, immediato e non oneroso, ai contributi rilasciati dalle amministrazioni pubbliche competenti per far fronte ai danni occorsi al patrimonio privato e alle attività economiche e produttive.

La provvista, complessivamente di 1,5 miliardi di euro, è volta a concedere finanziamenti con una durata massima di 25 anni e senza oneri di rimborso da parte dei beneficiari che, in quanto soggetti colpiti dalle calamità occorse, grazie alla copertura garantita dallo speciale plafond, non dovranno restituire le somme concesse.

Nei Comuni dell’Est Veronese (Caldiero, Mezzane di Sotto, Monteforte d’Alpone, San Bonifacio, San Martino Buon Albergo, San Pietro di Lavagno, Vestenanuova) in particolare, grazie all’intervento di UniCredit potranno essere indennizzate famiglie e imprese colpite dagli eventi alluvionali del maggio 2013.

Per accedere a tali facilitazioni i richiedenti, privati e imprese, devono presentare domanda al Comune di competenza e, una volta ricevuta dal Comune stesso conferma della concessione del contributo, potranno recarsi presso la filiali UniCredit per la sottoscrizione del contratto di finanziamento e l’apertura del conto corrente vincolato su cui accreditare i fondi concessi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Ristrutturare casa: come riconoscere un muro portante

  • social

    Boom del social fitness: come tenersi in forma da casa

  • social

    Concorso Volotea: VOTATE “VERONA FOR ALL”

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento