Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca Zai / Via Basso Acquar

Lo vedono gettarsi nel Camuzzoni e parte l'allarme: recuperato dai pompieri

I vigili del fuoco si sono messi in moto nella mattinata di mercoledì con due mezzi, riuscendo a recuperare l'uomo nella zona delle griglie della centrale di Basso Acquar: ancora in vita, è stato affidato alle cure del 118

Dopo quello avvenuto nel corso della notte, un altro salvataggio è andato a buon fine nella mattinata di mercoledì a Verona. 
L'allarme è scattato intorno alle 8 del mattino, quando alcuni passanti hanno avvisato le forze dell'ordine di aver notato un uomo che, nella zona della stazione ferroviaria di Porta Nuova, si è buttato nelle acque del canale Camuzzoni: la chiamata è stata dunque girata alla centrale dei vigili del fuoco, che si sono subito attivati per cercare di recuperare il prima possibile la persona. 
Si trattava di un 59enne residente nel bresciano, che ha percorso in acqua alcune centinaia di metri fino ad arrivare alla centrale idroelettrica Agsm in via Basso Acquar, dove è rimasto bloccato presso la griglia della condotta forzata, impossibilitato a risalire e a mettersi in salvo. 

Dopo aver arrestato lo sgrigliatore, che in modo automatico si era avviato e stava trascinando l'uomo, la squadra dei vigili del fuoco, composta anche da 2 unità del soccorso fluviale (SAF), ha provveduto a liberarlo dal macchinario, lo ha estratto e lo ha affidato al personale del Suem118.
Apparentemente ed incredibilmente incolume, è stato comunque trasportato presso l'ospedale cittadino di Borgo Trento per i controlli del caso.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lo vedono gettarsi nel Camuzzoni e parte l'allarme: recuperato dai pompieri

VeronaSera è in caricamento