Mercoledì, 23 Giugno 2021
Cronaca San Michele / Via Unità D'Italia

Allarme degrado in città: aree industriali dismesse diventate alberghi per disperati

Il comandante della Polizia Municipale Altamura denuncia lo stato di degrado di alcune aree della città. Le fabbriche in stato d'abbandono sono meta di bivacchi e occupazioni

Chiamato su richiesta del PD cittadino durante i lavori delle commissioni consiliari urbanistica e sicurezza, il comandante della Polizia Municipale Luigi Altamura ha parlato della situazione di degrado in alcune aree industriali della città. La zona più degradata è Borgo Venezia, in particolare l'ex lanificio Tiberghien di via Unità d'Italia e le ex Cantine Pasqua di via Belviglieri, che sarebbero diventati dei veri e propri "bed and breakfast" per disperati, come riporta il quotidiano L'Arena. Sotto assedio anche l'ex distributore di via Torbido, in zona Veronetta.

Giacigli, bivacchi, suppellettili, fornelli e molto altro ancora trovano gli agenti della municipale veronese quando effettuano sopralluoghi nelle aree ex industriali della città. Probabilmente, lo stesso spettacolo si presenterebbe all'ex concessionaria Albi di Corso Venezia, il cui accesso è impedito da una folta vegetazione. Anche l'ex sede Enel di via Tiberghien è ormai diventata una zona off limits.

Come riporta L'Arena, i consiglieri comunali del PD hanno invitato l'amministrazione a prendere provvedimenti in merito. Damiano Fermo dichiara: "Il sindaco deve riappropriarsi del simbolo della ruspa, imponendo la riqualificazione delle aree, invece di concederne di nuove, magari su terreni agricoli". Anche il capogruppo Pd Michele Bertucco invita la maggioranza a prendersi le sue responsabilità.

A rispondere, il consigliere Salvatore Papadia della Lista Tosi che, riferendosi allo stabile Tiberghien, afferma: “Ci sono però proprietari e proprietari. Hanno speso soldi per la pulizia e la sorveglianza ma gli interventi di riqualificazione sono bloccati dalla burocrazia e dalla Sovrintendenza che ha in pratica congelato il sito per il suo valore di archeologia industriale. Non bisogna lasciar soli chi si comporta bene, l'Amministrazione comunale deve prendersi la responsabilità di dare risposte".

Oltre alle zone citate, a rischio sono soprattutto le aree industriali abbandonate di Verona Sud, in cui c'è un'alta concentrazione di stabili dismessi, e anche i cantieri rimasti aperti dopo che le ditte che se ne occupavano sono state messe in liquidazione.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Allarme degrado in città: aree industriali dismesse diventate alberghi per disperati

VeronaSera è in caricamento