rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Cronaca

Alla Parona si pu andare in meta, inaugurati i campi

Un terreno di gioco regolamentare e uno d'allenamento, 5 spogliatoi e parcheggio per il Cus Rugby

Sono stati inaugurati dal sindaco Flavio Tosi, dal vicesindaco Vito Giacino e dall’assessore allo Sport Federico Sboarina i nuovi campi da rugby di Parona, nell’area del parco dell’Adige Nord. Presenti il presidente della seconda circoscrizione Alberto Bozza, il presidente del Cus Verona Danilo Zantedeschi e il presidente del Cus Verona Rugby Giorgio Sandroni.

La struttura sportiva, che sarà gestita dal Centro universitario sportivo di Verona, è composta da due campi da rugby, uno regolamentare e uno d’allenamento, cinque spogliatoi di cui quattro per squadre e uno per arbitri, un deposito materiale e un parcheggio con cinquanta posti auto e due per pullman, che servirà anche i vicini campi da calcio. Sugli spogliatoi sono stati installati otto pannelli solari che forniranno acqua calda per le docce.

“L’inaugurazione di oggi – ha dichiarato Tosi – è una grande soddisfazione per il rugby veronese
che finalmente potrà godere di un nuovo impianto sportivo e di due campi per gli allenamenti, di cui uno regolamentare per le partite. Questa nuova area verde sarà inoltre fruibile da tutta la cittadinanza in quanto priva di recinzioni, se non sul versante della strada”.

“Come avevamo promesso – ha spiegato l'assessore Sboarina – dopo poco più di cinque mesi dall’inizio dei cantieri siamo riusciti a concludere i lavori.
Anche questa splendida struttura rientra nel progetto portato avanti dall’amministrazione comunale per far crescere tutte le discipline sportive, a partire da quelle meno praticate. Prossimamente l’impianto potrebbe essere ampliato con un terzo campo da gioco, una piccola tribuna e una club house in legno”.

“L’opera – ha detto Giacino - ha permesso la riqualificazione di una zona del parco dell’Adige Nord di 39mila metri quadri, area che fino a pochi mesi fa era degradata e pressoché abbandonata. L’intervento, che ha comportato un investimento di 1 milione e 200 mila euro, non è costato nulla ai veronesi in quanto è stato finanziato interamente dai soggetti privati che si sono aggiudicati il bando europeo della Passalacqua”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alla Parona si pu andare in meta, inaugurati i campi

VeronaSera è in caricamento