rotate-mobile
Giovedì, 9 Dicembre 2021
Cronaca

Al Vinitaly si processano i falsi

Lo stand regionale ospiter degustazioni guidate dei vini Doc e Docg

Sarà il Prosecco, con la nuova DOC del Nord Est e le DOCG Conegliano Valdobbiadene e Asolo, il principale protagonista di Vinitaly 2010. La 48ª edizione della rassegna mondiale dell’enologia, in programma alla Fiera di Verona dall’8 al 12 aprile prossimi, sarà infatti salutata dalla stappatura delle prime bottiglie delle nuove Denominazioni d’Origine Controllata e Garantita, che contraddistinguono, nella qualità e formalmente, la vetta della piramide produttiva di quello che è diventato lo spumante italiano DOC di maggiore successo sui mercati di tutti i continenti.

A questo e agli altri traguardi raggiunti dai suoi vini a livello nazionale e internazionale, la Regione del Veneto dedicherà il tradizionale spazio espositivo istituzionale, allestito nel Padiglione 4, posto di fronte all’ingresso principale della Fiera e che assieme al Padiglione 5 ospita la gran parte delle aziende vitivinicole venete. Lo stand regionale ospiterà quotidianamente degustazioni guidate dei vini DOC e DOCG del Veneto, ma anche appuntamenti di primo piano.

Lo stand verrà inaugurato ufficialmente giovedì 8 aprile, alla presenza del ministro dell’agricoltura Luca Zaia, presidente eletto del Veneto. La cerimonia sarà l’occasione per fare il punto sul comparto enologico regionale, che rappresenta uno dei maggiori distretti mondiali di vino di territorio e che copre circa il 28 per cento dell’intero export italiano di vini e mosti per quantità e valore (circa un miliardo di euro). Dopo l’inaugurazione, si insedierà il Serenissimo Tribunal de l’Inquisithion per processare i “falsi” Prosecco e i falsi vini veneti, all’insegna dell’esigenza di “bere l’originale”.


In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al Vinitaly si processano i falsi

VeronaSera è in caricamento