rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021
Cronaca

Al via il congresso mondiale sugli oli d'oliva

L'assessore all'agricoltura Manzato: "Il nostro olio il migliore al mondo"

“L’appuntamento mondiale sull’olio d’oliva di qualità deve diventare momento per la creazione di un network internazionale che condivida l’impegno per l’eccellenza, nel nome della qualità, dello stile e della storia”. Lo ha affermato l’assessore all’agricoltura del Veneto Franco Manzato, che questo pomeriggio aprirà a Palazzo Giusti i lavori di “BEV IV Beyond Extra Virgin”, che ha come relatori rappresentanti dell’Associazione 3E (Ethics, Excellenxe, Economics), del Culinary Institute of America, la più grande scuola per gli Chef degli Stati Uniti e del mondo, dell’UCDavis Olive Center, università della California, del Centro per gli studi sulla qualità dell’Accademia dei Georgofili.

La scelta di Verona come sede di una simile assise mondiale non è casuale:
in questo territorio si producono gli oli extra vergini di oliva più preziosi del mondo, i più richiesti rispetto all’offerta produttiva, che spuntano i prezzi più alti in assoluto alle borse merci.

Nella Borsa della città scaligera, ad esempio, si va dagli oltre 9 euro al kg per l’Olio Garda DOP Orientale, agli 8 – 8,20 dell’Olio DOC Veneto, rispetto a prezzi di olio d’oliva nazionale che oscillano attorno ai 3 euro, a quelli spagnoli che sfiorano i 2,2 euro e agli oli d’oliva greci sui 2,5 euro.

“Più in generale – ha aggiunto Manzato - l’Olio d’Oliva Extra Vergine Italiano, del quale quello Veneto è nel vertice della piramide, è prodotto VIP nel mondo e la sua esportazione è aumentata in valore dell’11 per cento nell’anno corrente rispetto al medesimo periodo dello scorso anno”.

“Vogliamo cogliere l’occasione di questo confronto con relatori ai massimi livelli – ha detto ancora l’assessore Veneto – per costruire un'alleanza strategica nel nome della qualità, dell’eccellenza e dell’Etica tra i territori vocati di tutto il mondo. Dobbiamo impegnarci tutti per la qualità che nasce dalla storia e dal terreno, per far sapere che ci sono eccellenze straordinarie che non devono essere scalfite dall’omogeneizzazione dei gusti: il Veneto può ben essere la Napa Valley d’Europa e la Napa Valley può essere il Veneto d’America”.

In questa prospettiva, al termine del convegno gli esponenti del Culinary Institute of America e gli esperti di settore presenti
visiteranno le terre dell’olio e del vino del Veneto. In particolare, incontreranno nuovamente Franco Manzato a Villa Cordellina Lombardi di Montecchio Maggiore nel pomeriggio di giovedì 23 settembre, per un confronto che inizierà alle 15,30 finalizzato a organizzare una forte presentazione delle eccellenze venete in California.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al via il congresso mondiale sugli oli d'oliva

VeronaSera è in caricamento