Cronaca San Zeno / Via Aurelio Saffi

Con l'aiuto dell'Fbi, 12 denunciati per pedopornografia tra cui un veronese

L'operazione è stata eseguita dalla Polizia Postale e delle Comunicazioni ligure ed ha portato all'individuazione di un 21enne che sarebbe stato a capo della rete di scambi di materiale "hot" riguardante minori

La Polizia Postale e delle Comunicazioni ligure ha portato a termine un'operazione internazionale, coordinata del Servizio Centrale della Polizia delle Comunicazioni di Roma, volta al contrasto della pornografia minorile online, che ha permesso di individuare un ragazzo di 21 anni genovese in testa ad una rete italiana dedita allo scambio di materiale pedopornografico.

Come riferisce l'Ansa, dodici cittadini italiani, tra i quali un professionista, sono stati denunciati tra le provincie di Verona, Milano, Como, Torino, Padova, Brescia, Palermo, Piacenza, Campobasso e Cagliari, grazie anche alle informazioni fornite dall' FBI tramite l'Ambasciata Americana. 
Proprio il contributo arrivato dagli Usa ha permesso di rintracciare una casella di posta elettronica a cui faceva riferimento il 21enne, che utilizzava un account dal nome "cucciol@". 
Le forze dell'ordine sono penetrate nella sua abitazione sequestrando, oltre a due account e-mail ed un profilo social utilizzati per le attività illegali, anche numerosi supporti informatici. 

Nel complesso sono stati posti sotto sequestro numerosi computer, smartphone e dispositivi digitali di memorizzazione, mentre è stato appurato che uno degli indagati utilizzava falsi profili sui social network per ottenere immagini "hot" di minori convinti di chattare con delle coetanee. Le indagini comunque proseguono. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Con l'aiuto dell'Fbi, 12 denunciati per pedopornografia tra cui un veronese
VeronaSera è in caricamento