rotate-mobile
Giovedì, 9 Dicembre 2021
Cronaca

Agsm, il Pd verso la commissione d'indagine

"Viene da chiedere se all'amministrazione interessano le partecipate"

Intorno ad Agsm cresce lo scontro politico, alimentato anche da Giancarlo Montagnoli, consigliere comunale del Pd. E intanto i gruppi consiliari di opposizione hanno presentato oggi una mozione nella quale si richiede una commissione di indagine per far luce sulle presunte assunzioni a stampo clientelare. Accusa avanzata dal consigliere di amministrazione Fabio Gamba.

Nei giorni scorsi anche il coordinatore provinciale del Pdl Massimo Giorgetti aveva attaccato Agsm denunciando anche la mancanza di una politica complessiva sulle aziende partecipate.

“Innanzitutto c’è da capire se il consigliere Gamba gode ancora della fiducia dell’amministrazione Tosi -ha spiegato Giancarlo Montagnoli del Pd- A mio avviso gli scenari possibili sono due: Gamba dovrebbe dimettersi, oppure tutto questo fa parte di una pantomima elettorale dato che, quando a fare le critiche su Agsm siamo noi, veniamo sempre zittiti. Siamo fermamente contrari ad un vertice di maggioranza per risolvere la situazione: ci vuole l’intervento del consiglio comunale al completo, visto che l’Agsm è un azienda partecipata”.


“La denuncia degli esponenti di maggioranza fa seguito alle critiche di immobilismo di Agsm-ha continuato Roberto Uboldi del Pd- Finora gli investimenti vantati dall’azienda nelle energie alternative sono da attribuirsi a scelte fatte dal precedente consiglio di amministrazione. Viene da chiedersi se effettivamente a questa maggioranza interessi davvero la gestione dell’Agsm”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Agsm, il Pd verso la commissione d'indagine

VeronaSera è in caricamento