Concessionario di Verona incassa soldi dei clienti e sparisce in una notte

È il concessionario A.G.R. di Generoso Russo di via Torbido, segnalato dal Movimento Difesa del Cittadino. Tra il 28 e il 29 marzo, dall'autosalone è stato portato via tutto, anche scrivanie e computer

Una truffa simile era accaduta lo scorso autunno a Ferrara e aveva coinvolto dei cittadini veronesi sia tra le vittime sia tra i complici del raggiro. Un concessionario che mette in vendita le proprie auto, incassa le caparre o, in alcuni casi, l'intero pagamento dei veicoli, e nel giro di una notte sparisce nel nulla, lasciando i clienti senza soldi e senza auto.
Questa volta è capitato a Verona, al concessionario A.G.R. di Generoso Russo di via Torbido, come segnalato dal Movimento Difesa del Cittadino.

Numerosi i clienti truffati che non riescono più a mettersi in contatto con il concessionario perché anche le utenze telefoniche sono staccate. E lo scorso 29 marzo, il Movimento Difesa del Cittadino è andato a verificare direttamente all'autosalone di via Torbido e lo hanno trovato non solo senza auto, ma anche senza scrivanie e computer. Praticamente, il locale era vuoto e gli altri commercianti della zona hanno riferito che i gestori dovrebbero essersi portati via tutto nella notte tra il 28 e il 29 marzo.

Le vittime del raggiro hanno già denunciato tutto alle forze dell'ordine e l'invito a tutti coloro che hanno subito questa truffa da parte del concessionario A.G.R. di Generoso Russo è di denunciare. Nel frattempo anche il Movimento Difesa del Cittadino si è attivato per rintracciare i responsabili.

Si tratta senz'altro di una vicenda su cui va fatta immediatamente chiarezza - ha affermato Matteo Moschini del Movimento Difesa del Cittadino - Riteniamo verosimile se non probabile che i titolari di tale concessionario facciano parte dell'organizzazione (apparentemente) smantellata dalla Guardia di Finanza di Pordenone e della Polizia Stradale di Udine con l'operazione Cars Lifting.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rischio Covid: regioni gialle, arancioni o rosse? In arrivo cambiamenti

  • Covid, ecco il "tampone multiplex": a Negrar un unico test per riconoscere tre diversi virus

  • La zona "gialla plus" di Zaia peggio di quella arancione? Commercianti aperti, senza clienti

  • Coronavirus: in Veneto 18 morti da ieri sera, Verona provincia con più casi attuali e decessi

  • Terapia anti-Covid scoperta dall'università di Verona, l'Fda la autorizza

  • Coronavirus, a Verona tornano a salire i ricoveri in terapia intensiva

Torna su
VeronaSera è in caricamento