Concessionario di Verona incassa soldi dei clienti e sparisce in una notte

È il concessionario A.G.R. di Generoso Russo di via Torbido, segnalato dal Movimento Difesa del Cittadino. Tra il 28 e il 29 marzo, dall'autosalone è stato portato via tutto, anche scrivanie e computer

Una truffa simile era accaduta lo scorso autunno a Ferrara e aveva coinvolto dei cittadini veronesi sia tra le vittime sia tra i complici del raggiro. Un concessionario che mette in vendita le proprie auto, incassa le caparre o, in alcuni casi, l'intero pagamento dei veicoli, e nel giro di una notte sparisce nel nulla, lasciando i clienti senza soldi e senza auto.
Questa volta è capitato a Verona, al concessionario A.G.R. di Generoso Russo di via Torbido, come segnalato dal Movimento Difesa del Cittadino.

Numerosi i clienti truffati che non riescono più a mettersi in contatto con il concessionario perché anche le utenze telefoniche sono staccate. E lo scorso 29 marzo, il Movimento Difesa del Cittadino è andato a verificare direttamente all'autosalone di via Torbido e lo hanno trovato non solo senza auto, ma anche senza scrivanie e computer. Praticamente, il locale era vuoto e gli altri commercianti della zona hanno riferito che i gestori dovrebbero essersi portati via tutto nella notte tra il 28 e il 29 marzo.

Le vittime del raggiro hanno già denunciato tutto alle forze dell'ordine e l'invito a tutti coloro che hanno subito questa truffa da parte del concessionario A.G.R. di Generoso Russo è di denunciare. Nel frattempo anche il Movimento Difesa del Cittadino si è attivato per rintracciare i responsabili.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Si tratta senz'altro di una vicenda su cui va fatta immediatamente chiarezza - ha affermato Matteo Moschini del Movimento Difesa del Cittadino - Riteniamo verosimile se non probabile che i titolari di tale concessionario facciano parte dell'organizzazione (apparentemente) smantellata dalla Guardia di Finanza di Pordenone e della Polizia Stradale di Udine con l'operazione Cars Lifting.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma familiare a Bardolino: «Vado al porto per farla finita», il biglietto trovato dal figlio 

  • Sotto le vigne della Valpolicella a Negrar emerge un vero tesoro archeologico

  • Tragico incidente tra scooter e autocarro: morta una donna di 43 anni

  • Indagine nazionale di sieroprevalenza al coronavirus: ecco i Comuni veronesi coinvolti

  • Via libera a circoli culturali, baite alpini e parchi divertimento: ma quando riapre Gardaland?

  • «Alleanza contro Covid-19», i primi frutti delle ricerche fatte a Verona

Torna su
VeronaSera è in caricamento