Agricoltore mette in fuga i banditi, ma viene aggredito e finisce all'ospedale

Un tentativo di furto di mezzi agricoli sventato e la conseguente aggressione da parte di tre banditi prima della fuga, potevano costare molto cari a un uomo di 73 anni, imprenditore agricolo con un'azienda nella frazione di Bonavicina

L'Ospedale "Mater Salutis" di Legnago dove il 73ene aggredito è ricoverato

Tragedia sfiorata in una frazione di San Pietro di Morubio, dove la scorsa notte un imprenditore agricolo di Bonavicina ha messo in fuga tre banditi, probabilmente originari dell'Est Europa, mentre erano intenti a rubare i mezzi agricoli custoditi nel magazzino della sua azienda.

L'uomo è un 73enne che non appena ha avvertito una serie di rumori sospetti, si è subito precipitato ad affrontare i banditi senza alcun timore. I tre soggetti hanno però reagito e dopo averlo minacciato a parole lo hanno aggredito e pesantementre malmenato. Colpi all'agricoltore sono stati inferti anche utilizzando una spranga, procurandogli così lesioni di una certa entità.

Non appena udito il trambusto e le grida d'aiuto, il fratello del 73enne con il quale abita è accorso nel magazzino e prontamente chiamato i soccorsi e i Carabinieri. Questi ultimi, come riferito dal Comando, sono accorsi da Legnago supportati dai Militari di Cerea, effettuando i rilievi e avviando le indagini che tuttora proseguono. Il ferito è stato invece trasportato presso l'Ospedale Mater Salutis di Legnago dove attualmente è ricoverato e non si trova in pericolo di vita.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Artigiano muore folgorato in strada mentre lavora: inutili i soccorsi del 118

  • Finta concessionaria nel Veronese per truffare i clienti, denunciato 21enne

  • Trovano un vero arsenale nella sua casa: 42enne finisce in manette

  • Lutto nella Polizia di Stato: si è spento a 58 anni il commissario Rasi

  • Tocca con la motosega i cavi dell'alta tensione: non c'è stato scampo per il 46enne

  • Previste quasi 9.500 assunzioni nel Veronese in questo mese di gennaio

Torna su
VeronaSera è in caricamento