Aggressione all'ex moglie e all'amica, le colpisce con una sbarra di ferro

Le vittime sono state viste sanguinanti in Via Doria. I residenti hanno chiamato la polizia che è intervenuta sul posto, arrestando il presunto responsabile, un cittadino originario dello Sri Lanka

(Foto di repertorio)

Ieri sera, 10 luglio, poco prima delle 21.30, i poliziotti delle Volanti di Verona hanno arrestato in arresto in flagranza di reato un cittadino originario dello Sri Lanka. Le iniziali del nome dell'arrestato sono P.B. ed è accusato di lesioni personali aggravate nei confronti della ex moglie e di un'amica di lei.

Intorno alle 20.30 di ieri, al 113 di Verona sono giunte una serie di telefonate da parte di residenti di Via Doria, i quali segnalavano la presenza in strada di due donne ferite e sanguinanti. Le Volanti intervenute sul posto, dopo aver prestato i primi soccorsi alle vittime, hanno acquisito informazioni sull'autore delle ferite.
L'aggressione sarebbe avvenuto nell'appartamento in cui si trovavano le due donne. A compierla sarebbe stato l'ex marito di una delle due. La separazione della coppia sarebbe in corso da circa due anni e pare sia stata la causa scatenante del litigio da cui è scaturita l'aggressione. L'uomo avrebbe preso una sbarra di ferro, colpendo ripetutamente le donne al testa e procurando lesioni gravi. Il presunto autore del reato è stato rintracciato poco dopo ancora all'interno dell'appartamento, dove è stata trovata anche la sbarra di metallo insieme a delle tracce di sangue sul pavimento.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'uomo è stato arrestato e messo a disposizione dell'autorità giudiziaria per la direttissima che si è celebrata questa mattina, mentre le due donne sono state curate nell'ospedale di Borgo Trento. Per l'ex moglie la prognosi è stata di 24 giorni, mentre per l'amica è stata di 15 giorni.
Nel corso della direttissima, il giudice ha convalidato l'arresto e rinviato l'udienza al 10 settembre 2020. Fino a quel giorno, all'uomo è stato vietato di avvicinarsi ai luoghi abitualmente frequentati dalla ex moglie e dall'altra vittima.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dal reparto Covid-19 di Borgo Trento: «Sappiamo cosa ci aspetta per i prossimi mesi»

  • Quanta acqua devo bere al giorno? Ecco quello che non sapevi

  • Usa foto di un 15enne morto per adescare 13enne. Scoperto da Le Iene

  • Neonato abbandonato a notte fonda sul ciglio della strada a Verona

  • Sono due trentenni in grave difficoltà economica i genitori del bimbo abbandonato a Verona

  • Rintracciati dai carabinieri di Verona i genitori del bambino abbandonato

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeronaSera è in caricamento