rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
Cronaca

Aggressione in via San Vitale, 67enne pestato per 40 euro

Avvolte nel mistero le motivazioni delle percosse ai danni di un 67enne avvenuto due giorni fa

Prognosi di venticinque giorni, ma a Borgo Trento non escludono che il periodo di cura si possa prolungare. Ancora avvolte nel mistero le motivazioni del pestaggio ai danni di un 67enne avvenuto due giorni fa in via San Vitale. I due malviventi avevano aspettato l'uomo fuori dalla sua abitazione, e dopo averlo pestato con calci e pugni e la sciato a terra sanguinante lo hanno derudato del portafoglio, del giubbino di pelle e del telefono cellulare. Il tutto è avvenuto intorno alle 20 e 30. L'uomo è ancora ricoverato nel reparto maxillo facciale dell'ospedale di Borgo Trento.

Il pensionato ha riportato la rottura del setto nasale, un trauma cranico e facciale oltre a ferite multiple al volto. Sul posto, avvisati dalla vittima, sono intervenuti i carabinieri che stanno svolgendo i primi accertamenti per arrivare ad individuare gli autori dell'aggressione. Nel frattempo, la casa è stata sottoposta sotto sequestro e sarà riaperta solo quando la vittima verrà dimessa dall'ospedale.

In quell'occasione, con ogni probabità interverrà il servizio d'investigazione scientifica dei carabinieri per raccogliere impronte o altre tracce lasciate dai due aggressori. Da una prima ricostruzione fornita ai carabinieri dalla vittima sembra che i due individui fossero stranieri, probabilmente rumeni. Ancora sconosciuto il motivo del pestaggio. Quello che sconcerta, infatti, è la violenza delle percosse e l'accanimento per un misero bottino di soli 40 euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aggressione in via San Vitale, 67enne pestato per 40 euro

VeronaSera è in caricamento