Aggressione ai migranti nel Cas di Pescantina: denunciati dai carabinieri due fratelli

I due denunciati dai militari di Peschiera del Garda, sono stati identificati come "vicini agli ambienti della destra locale" e sono accusati di violazione di domicilio, sostituzione di persona e interferenza nella vita privata. La porta di Villa Vezza forzata per entrare

I carabinieri di Peschiera del Garda hanno denunciato due fratelli che ieri sera, a Pescantina nei pressi di Villa Vezza, hanno fatto un blitz nel Centro di accoglienza dove alloggiano cinque famiglie nigeriane di richiedenti asilo, aggredendo anche alcuni degli ospiti.

I due denunciati, secondo quanto riportato dall'Ansa, sono entrambi vicini agli ambienti della destra locale e sono stati accusati di violazione di domicilio, sostituzione di persona e interferenza nella vita privata.

Dalle indagini dell'Arma, i due indagati hanno forzato la porta della villetta e dopo essersi presentati, uno come poliziotto e l'altro come proprietario dell'immobile, hanno iniziato a filmare con il loro telefonino le stanze e gli ospiti presenti.

Uno dei nigeriani dopo aver chiesto invano al falso poliziotto di mostrare il tesserino di riconoscimento, ha ripreso a sua volta i due, chiamando poi il 112. Gli intrusi hanno sottratto con la forza all'immigrato il telefonino, rompendolo. In quel mentre sono giunti i carabinieri che hanno portato in caserma i due estranei denunciandoli. Nessuna denuncia è stata invece sporta da parte dei richiedenti asilo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

porta villa vezza

La porta forza dall'esterno presso il Cas di Pescantina a Villa Vezza (Ph - SI)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Provincia baciata dalla fortuna al SuperEnalotto: vinti oltre 40 mila euro

  • Cardiologia di Verona verso il futuro: impiantato il primo pacemaker invisibile

  • La «protesta silente» che rischia di passare sotto silenzio andata in scena anche a Verona

  • 'Ndrangheta a Verona, blitz della polizia: 23 arresti e 3 obblighi di firma

  • Covid-19: un tampone positivo e un decesso nel Veronese, ma i dati restano positivi

  • Virus: 15 nuovi casi totali di positivi in Veneto, 6 sono a Verona che segna zero morti in 24 ore

Torna su
VeronaSera è in caricamento