Aggressione a Montorio, pugno in faccia a un agente della penitenziaria

Il responsabile è un detenuto magrebino, proveniente dal carcere friulano di Tolmezzo, che era stato ristretto nell'area di osservazione psichiatrica a causa di una sua patologia

Ingresso del carcere di Montorio (Foto di repertorio)

Nel pomeriggio di ieri, 9 luglio, si è verificato un nuovo caso di aggressione all'interno del carcere di Montorio. A farne le spese, un agente della polizia penitenziaria e a darne notizia è la sezione del Triveneto dell'Unione dei sindacati di polizia penitenziaria (Uspp). 

L'aggressione dovrebbe essere avvenuta intorno alle 14. Un detenuto magrebino, proveniente dal carcere friulano di Tolmezzo, era stato ristretto nell'area di osservazione psichiatrica a causa di una sua patologia. «Durante l'apertura dei passeggi, senza alcun motivo, ha colpito con un pugno in viso un agente - ha riferito l'Uspp - Successivamente, sono intervenuti gli altri poliziotti per mettere in sicurezza il reparto. Il poliziotto ferito ha riportato ferite guaribili in cinque giorni». L'aggressore era noto perché in passato aveva già causato dei danneggiamenti e per altri atti di violenza con cui avrebbe ferito dei poliziotti.

Nel denunciare l'episodio, l'Uspp torna a chiedere interventi finalizzati ad allontanare i detenuti violenti ed a dotare i poliziotti di idonei strumenti per difendersi dalle aggressioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rischio Covid: regioni gialle, arancioni o rosse? In arrivo cambiamenti

  • Covid, ecco il "tampone multiplex": a Negrar un unico test per riconoscere tre diversi virus

  • Terapia anti-Covid scoperta dall'università di Verona, l'Fda la autorizza

  • Virus, il vaccino veronese fa sperare: «È ben tollerato e induce risposta immunitaria»

  • Tragico scontro tra auto e camion nella Bassa: morto un trentenne

  • Ordinanza Zaia: si può passeggiare al lago o in montagna? Mascherina, multe ai gestori locali

Torna su
VeronaSera è in caricamento