Cronaca Santa Lucia e Golosine / Via Santa Elisabetta

Pugno in faccia al conducente di un bus. «Atv installi cabine di protezione»

Lo chiedono i consiglieri comunali della Lega, i quali hanno riferito quanto accaduto nel giorno di Pasquetta in Via Santa Elisabetta all'autista dell'autobus di linea 98

(Foto generica di repertorio)

«Un grave episodio di violenza si è verificato ieri sera a Verona ai danni di un conducente di autobus». A riferire quanto accaduto ieri, 5 aprile, sono i consiglieri comunali della Lega di Verona. Il consigliere e deputato leghista Vito Comencini, dopo essere stato avvisato del fatto, ha telefonato al conducente per sincerarsi delle sue condizioni di salute. La prognosi della vittima è di sette giorni.

L'autista del mezzo pubblico ha raccontato che stava guidando il bus Atv della linea 98, un veicolo che non ha protezioni per la cabina di guida. Alla penultima fermata di Via Santa Elisabetta, non appena ha aperto le porte, l'uomo avrebbe ricevuto d'improvviso un pugno all'altezza dell'occhio da parte di un giovane che poi sarebbe scappato via. Il conducente ha aggiunto di aver visto il suo aggressore barcollare nell'autobus ed avvicinarsi al sedile di guida. E gli avrebbe anche intimato di allontanarsi.

«Il gruppo consiliare della Lega - hanno commentato i consiglieri comunali - continuerà a seguire gli sviluppi della vicenda nell'attesa che il delinquente, di cui al momento non sono note le generalità, venga al più presto arrestato. Inoltre, chiede che Atv installi negli autobus ancora sforniti le cabine di protezione per i conducenti».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pugno in faccia al conducente di un bus. «Atv installi cabine di protezione»

VeronaSera è in caricamento