Aggressione agli addetti alla sicurezza di Adigeo: denunciati 4 giovani, di cui 3 sedicenni

L'episodio risale allo scorso 14 agosto all'interno del centro commerciale "Adigeo"

Polizia di Stato presso Adigeo

Nell’ambito dell’attività di prevenzione e controllo del territorio svolta dalla polizia di Stato, le pattuglie delle Volanti e gli agenti della Squadra Mobile, su disposizione del Questore della Provincia di Verona, hanno intensificato i controlli nei quartieri del centro. Il provvedimento si è reso necessario anche a seguito di alcune segnalazioni relative a comportamenti scorretti di compagnie di giovani, molti dei quali minorenni, talvolta sfociate in episodi di vera e propria violenza. Ed è proprio in tale contesto che, il 14 agosto scorso, la polizia spiega di aver avviato delle indagini su un gruppo di adolescenti, ritenuti responsabili di un’aggressione nei confronti di due addetti alla sicurezza del Centro Commerciale "Adigeo".

L’attività investigativa, svolta dal personale della Sezione “Reati contro la Persona e in danno di Minori” della Squadra Mobile, si è concentrata nello specifico sulla visione delle immagini estrapolate dall’impianto di videosorveglianza installato presso il centro commerciale, la cui analisi avrebbe quindi permesso alla polizia di individuare le modalità dell’aggressione, nonché gli autori, compiutamente identificati anche grazie alle dichiarazioni di alcune persone presenti. Secondo quanto riferito dalla questura di Verona, fondamentali sarebbero poi risultate le testimonianze delle due vittime che hanno subìto lesioni giudicate guaribili rispettivamente in 12 e 7 giorni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gli investigatori della Squadra Mobile spiegano quindi di essere riusciti così a denunciare alla Procura della Repubblica di Verona e alla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i minorenni di Venezia, un cittadino marocchino da poco maggiorenne e tre cittadini italiani sedicenni. Tra questi ultimi, in particolare, due sarebbero già stati gravati da precedenti per reati simili, tutti ad ogni modo ritenuti dalla polizia responsabili del "reato di lesioni in concorso, aggravate dai futili motivi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Arriva App di biosorveglianza targata Veneto e Luca Zaia annuncia un'«ordinanza innovativa»

  • Lo studio a Negrar: «Minore è la quantità di virus, meno gravi i sintomi della malattia»

  • Contro gli assembramenti, provvedimenti diversificati e "zone rosse" a Verona

  • Nuova ordinanza a Verona contro il virus: le tre "aree" della città e tutti i divieti in vigore

  • Un morto ed un ferito per un incidente motociclistico a Caprino Veronese

  • Hellas Verona - Genoa, probabili formazioni | Difesa gialloblù in emergenza

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeronaSera è in caricamento