Pugno in faccia ad una 12enne perché non indossava la mascherina

L'aggressione è avvenuto sabato sera vicino al parco di Santa Teresa, a Verona. L'autrice è una donna di 45 anni che avrebbe dato anche uno schiaffo al padre della ragazzina

Foto di repertorio

Una 45enne sarà raggiunta da una denuncia per la doppia aggressione di cui sarebbe stata autrice sabato scorso, 25 luglio, a Verona. I fatti sono avvenuti intorno alle 21, vicino al parco di Santa Teresa e sono stati ricostruiti dai carabinieri, chiamati sul posto dalle vittime del reato.

Nel parco erano presenti ragazzi e famiglie che si stavano godendo il fresco della sera. Una serata rovinata dall'arrivo di una donna di 45 anni che si sarebbe avvicinata ad una 12enne e le avrebbe chiesto l'età. La donna non avrebbe neanche atteso la risposta ed avrebbe colpito il volto della ragazzina con un pugno, perché la giovane non stava indossando la mascherina. Una motivazione priva di senso, anche solo per il fatto che le mascherine sono obbligatorie solo in luoghi chiusi o in presenza di assembramenti. Ma anche se la 12enne avesse dovuto indossare la mascherina, questo non avrebbe autorizzato comunque l'aggressione. Ed, in effetti, le motivazioni potrebbero essere anche altre, dato che la donna avrebbe anche aggiunto degli insulti di tipo razzista.
Un istante dopo il pugno, la 45enne è stata raggiunta dai genitori della giovane, i quali sono di origine esteuropea e si trovavano nelle vicinanze. Ed è lì che si sarebbe verificata anche la seconda aggressione. La donna, infatti, avrebbe anche mollato uno schiaffo al padre della ragazzina, il quale si era rivolto a lei chiedendo il perché avesse picchiato e insultato sua figlia. L'uomo non ha risposto con la violenza, ma ha chiamato i carabinieri, mentre la donna si allontanava dal parco.
I militari hanno raccolto le testimonianze e la descrizione della 45enne, la quale è stata poi fermata poco dopo in Via Monfalcone. La donna è stata identificata ed anche quando i carabinieri l'hanno riportata sul luogo delle aggressioni avrebbe continuato a pronunciare frasi razziste.

Fortunatamente, le conseguenze della violenza insensata della 45enne sono di lieve entità.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rischio Covid: regioni gialle, arancioni o rosse? In arrivo cambiamenti

  • Covid, ecco il "tampone multiplex": a Negrar un unico test per riconoscere tre diversi virus

  • Terapia anti-Covid scoperta dall'università di Verona, l'Fda la autorizza

  • Coronavirus: in Veneto 18 morti da ieri sera, Verona provincia con più casi attuali e decessi

  • Virus, il vaccino veronese fa sperare: «È ben tollerato e induce risposta immunitaria»

  • Veneto verso l'arancione? Come funziona il calcolo che divide le Regioni in aree di rischio

Torna su
VeronaSera è in caricamento