Cronaca Via Umago

Si aggira per il parco con pistola e cappuccio: è un 15enne con un giocattolo

Il gioco del minore minore ha rischiato di diventare una tragedia: i residenti della zona quando lo hanno visto hanno avvisato le forze dell'ordine che sono giunte sul posto

Incappucciato, sotto una leggera pioggia, si aggirava per il giardino pubblico di via Umago, a Verona, brandendo una pistola. Attaccati all'area verde però sorgono numerosi condomini: in molti quindi hanno notato questa losca figura e sono quindi scattate le segnalazioni ai carabinieri. Già impegnati però, i militari hanno girato la chiamata alle Volanti della Questura, così da inviare il prima possibile sul posto dei rapprensentanti della legge. 
Intorno alle 13.40 di lunedì 11 gennaio quindi, due pattuglie hanno accerchiato sui due lati il parco in questione, vedendo la persona effettivamente armara che si aggirava per la zona. "Buttata la pistola e mettiti a terra!", hanno intimato gli agenti, non ricevendo però la risposta attesa dall'altra parte: la persona infatti muoveva l'arma come a voler spiegare qualcosa ma inizialmente non obbediva agli ordini impartiti dai poliziotti. Finalmente, dopo che la stessa frase è stata ripetuta anche in altre lingue pensando che si trattasse di uno straniero, la situazione si è risolta: si trattava di un 15enne, alto per la sua età, che aveva in mano una pistola giocattolo con tanto di tappo rosso e che si riparava dalla pioggia con il cappuccio. 
"Il tappo rosso da certe distanze non è sempre visibile - ha detto il dirigente della Squadra Volanti Giorgio Azzaretto - le pistole giocattolo si posso comprare ma sarebbe meglio utilizzarle in aree specifiche. In questi periodi di grande allarme, è rischioso girare incapucciato con un'arma in mano, se poi non rispondi alle richieste degli agenti che ti vedono, c'è il pericolo che il gioco diventi tragedia"

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si aggira per il parco con pistola e cappuccio: è un 15enne con un giocattolo

VeronaSera è in caricamento