Venerdì, 24 Settembre 2021
Cronaca Borgo Trento / Piazzale Aristide Stefani

La curva non scende, aumentano i malati di coronavirus a Verona

Sono diventati 1.046 in tutta la provincia. La maggior parte è in isolamento domestico, ma 352 di loro si trovano in ospedale (79 in terapia intensiva). Il totale dei morti veronesi di coronavirus sale a 31

È una curva che punta ancora verso l'alto quella che graficamente mostra l'andamento dei contagi di coronavirus in Veneto e in provincia di Verona. Questa mattina, 22 marzo, la Regione Veneto ha diffuso un nuovo aggiornamento sulla diffusione del Covid-19 e rispetto all'ultimo report fornito ieri sera crescono ancora i cittadini positivi. Tra loro, crescono anche i pazienti che recessitano di ricoveri in ospedale e, purtroppo, sale anche il conto dei morti.

GLI ISOLATI. In provincia di Verona sono 2.767 i cittadini in isolamento domiciliare (dato aggiornato alle 20 di ieri sera). Si tratta di uomini e donne malati ma in buone condizioni, oppure sono coloro che hanno avuto contatti con persone malate e quindi, per precauzione, sono stati messi in isolamento. In tutto il Veneto, questa condizione viene vissuta da 14.268 cittadini.

I MALATI. I veronesi positivi al coronavirus sono diventati 1.046. E la provincia di Verona è l'unica, insieme a quella di Padova, ad avere più di mille casi. La crescita rispetto a ieri sera è di 53 nuovi malati, mentre la crescita in tutta la regione è stata di 313 casi, facendo salire la cifra dei malati veneti a 5.122.

I RICOVERATI. Ieri sera, nel Veronese, erano 345 i malati Covid-19 in ospedale. Alle 8 di questa mattina, i malati sono diventati 352: in area non critica ci sono 273 pazienti e 79 si trovano in terapia intensiva. A Borgo Roma i malati di coronavirus sono 73 non critici e 18 in terapia intensiva; a Borgo Trento sono 33 i meno gravi e 28 i gravi; a Legnago 30 pazienti non critici e 8 in terapia intensiva; a San Bonifacio 8 in area non critica e 1 in terapia intensiva; a Villafranca sono 61 i non critici e 11 in terapia intensiva; a Negrar ci sono 47 pazienti non critici e 8 in terapia intensiva; a Peschiera i non critici sono 21 e 5 invece si trovano in terapia intensiva.
In tutto il Veneto sono 255 i pazienti in terapia intesiva e 1.113 quelli in ospedale ma in area non critica.

I DIMESSI E I DECEDUTI. Il 21 febbraio è la data scelta come inizio dell'emergenza corovirus. Da quella data sono stati 65 i pazienti veronesi curati negli ospedali e poi dimessi perché le loro condizioni sono migliorate. In Veneti, i dimessi sono saliti a 309. Sale, però, anche il contatore dei morti dall'inizio dell'emergenza. In tutto il Veneto i positivi al coronavirus che sono deceduti sono 169. I morti veronesi sono 31.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La curva non scende, aumentano i malati di coronavirus a Verona

VeronaSera è in caricamento