Cronaca

Adolescente drogata e stuprata: due uomini ed una donna indagati

Proseguono gli accertamenti dei carabinieri sui fatti che, nell'ottobre 2018, si sarebbero verificati in una villetta di Trissino, nel Vicentino, per i quali sono state arrestate tre persone, una delle quali residente a San Bonifacio

Foto Marco Milioni - La villetta dove sarebbero avvenuti i fatti

Cosa è successo nell'abitazione di via dell'Industria a Trissino, nel Vicentino, nell'ottobre 2018? Una giovane ragazza è stata veramente stuprata, mentre si trovava sotto l'effetto di un mix di droghe, da due uomini ed una donna? Come riporta Marco Milioni di VicenzaToday, toccherà alla magistratura fare luce sulla presunta vicenda emersa nelle scorse ore, dopo l'operazione condotta dai carabinieri e sostituto procuratore berico Cristina Carunchio, che ha portato all'esecuzione delle ordinanze di custodia cautelare nei confronti dei tre individui. 

GLI ARRESTATI - In manette sono finiti il fisioterapista marocchino Nadir El Fettach, 27enne residente ad Arzignano nel Vicentino, Zahir Es Sadouki, 28enne anche lui marocchino ma residente a San Bonifacio, impiegato presso una cooperativa. I due vivevano in Italia da molti anni. Tuttavia nell’operazione è finita ai domiciliari anche Elisa Faggion, una 31enne della Trissino bene, un volto conosciuto nel piccolo centro dell’Ovest Vicentino anche perché la madre, la 48enne Silvia Dalla Benetta, è una apprezzata cantante lirica che vanta una carriera di alto profilo.

LE INDAGINI - La tesi dell'accusa sostiene che proprio nell'abitazione della 31enne, nella notte tra venerdì 26 e sabato 27 ottobre, si sarebbero verificati i fatti. Grazie al sequestro dei cellulari degli indagati, i militari avrebbero ricostruito un articolato castello probatorio che ha passato il vaglio del giudice delle indagini preliminari Massimo Gerace, il quale a carico dei tre ha autorizzato gli arresti domiciliari e non quelli in carcere, come chiedeva il pubblico ministero, il quale si era mosso sulla scorta della denuncia sporta dai genitori della giovanissima, originari dell’Europa dell’Est e residenti nell Ovest Vicentino, e che hanno assistito la figlia in ogni passo della indagine. Al momento tra l’altro non è ancora chiarita definitivamente l’età della vittima al momento dei fatti oggi contestati dall’autorità giudiziaria: età che oscillerebbe tra i quindici e i sedici anni.

Più chiara invece, almeno sulle prime, è la natura del cocktail di droghe che la giovanissima avrebbe assunto o sarebbe stata in qualche modo indotta ad assumere: si tratterebbe di un mix di cocaina e hashish. Intanto a Trissino si continua a parlare dell’inchiesta. Pare che la madre della Faggion, che chi scrive ha cercato invano per un commento a caldo, si sia chiusa nel più rigoroso riserbo in attesa di notizie più precise da parte del legale della famiglia, l’avvocato Diego Novello.

LE DIFESE - Da quanto è trapelato a margine dell’inchiesta, in qualche maniera El Fettach ed Es Sadouki avrebbero respinto ogni addebito penalmente rilevante. Lo stesso sarebbe avvenuto per la Faggion, ma le informazioni in questo senso rimangono ancora frammentarie. Ad ogni buon conto in queste ore ha preso posizione anche Novello, giustappunto il legale della famiglia Faggion: «Stiamo vagliando con attenzione le carte agli atti, ma è ancora presto per esprimere una valutazione dettagliata. Quando il quadro sarà più nitido ci muoveremo di conseguenza. E ovviamente - conclude l’avvocato del foro di Vicenza - non escludiamo un ricorso al Tribunale del riesame». 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Adolescente drogata e stuprata: due uomini ed una donna indagati

VeronaSera è in caricamento