Acque Veronesi. Servizio idrico potenziato nella Bassa in vista dell'estate

“Attraverso la posa di una nuova linea di diametro 110 mm è stata estesa la rete di distribuzione da via Dosso nel Comune di Bovolone sino a Via Stagnadella nel Comune di Salizzole, per una lunghezza complessiva di circa 900 metri", ha detto Niko Cordioli

Si sono conclusi in questi giorni i lavori di potenziamento del collegamento acquedottistico tra i comuni di Bovolone e Salizzole. L’intervento, realizzato da Acque Veronesi, andrà a limitare i pesanti disagi di carenza di approvvigionamento idrico verificatisi nel corso degli ultimi anni, proprio a Salizzole. Le ultime torride estati, con temperature molto elevate e prolungata siccità, hanno provocato un considerevole aumento dell’utilizzo dell’acqua e inevitabili disagi per i residenti del paese. Furono segnalati infatti numerosi casi di importanti carenze idriche e difficoltà di approvvigionamento a Salizzole ed in altri comuni della pianura veronese. L’approvvigionamento di tale zona è legata al campo pozzi di Bovolone, al quale il capoluogo è connesso con un’unica condotta di adduzione. L’infrastruttura, sia per vetustà, sia per dimensione, era ormai inadeguata ai consumi alquanto elevati raggiunti nelle stagioni estive.

Negli anni scorsi Acque Veronesi aveva messo in atto una serie di interventi migliorativi presso la centrale idrica di Bovolone (l’acquedotto che alimenta 12 comuni della bassa: Angiari, Bovolone, Casaleone, Cerea, Concamarise, Isola Rizza, Oppeano, Ronco all'Adige, Roverchiara, Salizzole, San Pietro di Morubio e Sanguinetto), ottimizzando il collegamento tra le reti idriche dei comuni limitrofi al fine di aumentare la portata del servizio e assicurare così una migliore stabilità della pressione in rete. Proprio in quest’ottica, la società consortile che gestisce il servizio idrico in 77 comuni della provincia scaligera ha deciso quindi di realizzare una seconda dorsale acquedottistica tra i 2 comuni. Nelle prossime settimane termineranno i lavori di asfaltatura delle vie interessate dal cantiere.

“Attraverso la posa di una nuova linea di diametro 110 mm è stata estesa la rete di distribuzione da via Dosso nel Comune di Bovolone sino a Via Stagnadella (SP20) nel Comune di Salizzole, per una lunghezza complessiva di circa 900 metri – ha commentato il presidente Niko Cordioli –. I lavori, dal costo complessivo di 110 mila euro, erano partiti nello scorso mese di agosto e andranno a migliorare sensibilmente l’intero sistema di approvvigionamento idrico di un’area particolarmente vasta che risente di carenze idriche a causa dei consumi particolarmente elevati in estate. Per migliorare la portata di distribuzione ed eliminare le criticità sono state inoltre potenziate le attività di ricerca delle perdite dalle reti acquedottistiche”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 18 al 20 ottobre 2019

  • Col furgone tampona mezzo pesante in A22, muore giovane veronese

  • Veronese violentata dopo una serata al Mascara, arrestato il branco

  • Volotea, due nuove rotte dal Catullo e l'offerta biglietti sfiora il milione

  • Quaterna fortunata messa a segno in provincia: vinti oltre 50 mila euro

  • Una fatale distrazione potrebbe aver spezzato la vita del 27enne in A22

Torna su
VeronaSera è in caricamento