rotate-mobile
Sabato, 27 Novembre 2021
Cronaca

Acque Veronesi in festa: "Il bilancio del 2011 è in attivo"

Positivo è il risultato economico finale che è risultato positivo per 450.260 euro mentre a budget era previsto un sostanziale pareggio

È un risultato economico al di sopra delle attese quello che ha ottenuto nel 2011 Acque Veronesi. Il bilancio di esercizio che è stato approvato dall’assemblea dei soci, oggi  27 aprile - dove era presente ben il 70 per cento dei Comuni che partecipano, direttamente od indirettamente, alla società consortile – mostra infatti dei dati decisamente positivi. Il primo aspetto che va sottolineato è il risultato economico finale che è risultato positivo per 450.260 euro mentre a budget era previsto un sostanziale pareggio.

Un risultato  decisamente importante frutto dell’oculatezza gestionale che ha consentito di ottenere significativi risparmi su diverse aree operative nonostante l’incremento repentino di alcuni fattori della produzione, come ad esempio l’Energia Elettrica che nel 2011 ha visto un incremento del 9,9%. Rispetto al 2010 il volume degli investimenti realizzati nel corso dell’anno si è mantenuto stabile, con 14,95  milioni di euro di opere realizzate, nonostante la difficoltà nell’accedere ai necessari mezzi finanziari per effetto della crisi economica e dell’incertezza giuridica sulla scadenza anticipata al 31/12/2011 del contratto di gestione attualmente in essere tra Acque Veronesi e l’AATO Veronese.

Grazie all’esito del Referendum di giugno 2011 la Società ha visto eliminato il timore  della scadenza anticipata della propria gestione (attualmente nuovamente prevista nel 2031) ed ha potuto sottoscrivere un contratto di finanziamento di 70 milioni di €uro con un pool di banche capitanate dal Banco Popolare che vede la presenza anche di altri Istituti di riferimento del territorio.  Tutti questi risultati positivi si aggiungono alla constatazione che le tariffe applicate nella Provincia di Verona da Acque Veronesi sono tra le più basse di Italia; infatti una famiglia spende mediamente meno di 15 euro al mese per usufruire di oltre 150.000 litri di acqua potabile all’anno.

La presidente Anna Leso sottolinea che “il  2011 è stato un anno in cui si è diffusa una situazione di incertezza economica che tutti abbiamo potuto toccare con mano; pur in questo panorama Acque Veronesi ha garantito un ottimale svolgimento del servizio pubblico affidatole anche realizzando importanti interventi infrastrutturali sul territorio .Non va dimenticato anche un altro aspetto fondamentale del servizio che forniamo ai cittadini: quello della comunicazione sull’importanza dell’uso consapevole in termini di sostenibilità ambientale dell’acqua. Nel 2011  Acque Veronesi si è resa protagonista d numerosi progetti educativi in collaborazione con le scuole ed in sinergia con altri Enti finalizzati alla realizzazione di campagne di sensibilizzazione sull’uso razionale di questa risorsa fondamentale per la vita sul pianeta”. Anna Leso conclude quindi “ci sembra che il 2011 sia stato un anno positivo che pone le basi per il percorso da seguire con determinazione nel prossimo futuro. Per il 2012 infatti sono previsti investiti nell’area di nostra competenza per quasi 23 milioni di euro che diventeranno circa il doppio nei prossimi 2 anni. ”

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Acque Veronesi in festa: "Il bilancio del 2011 è in attivo"

VeronaSera è in caricamento