Accusata di fingersi invalida, 47enne rinviata a giudizio per truffa

Tra pensione di invalidità civile ed indennità di accompagnamento, avrebbe percepito 260mila euro in 15 anni, ma secondo la Procura veronese non ne avrebbe avuto il diritto

È in calendario nelle prossime settimane, nel tribunale di Verona, l'udienza preliminare per una donna di 47 anni accusata di truffa aggravata ai danni di un ente pubblico. L'ente pubblico in questione sarebbe l'Inps, il quale avrebbe erogato all'imputata, tra pensione di invalidità civile ed indennità di accompagnamento, 260mila euro in 15 anni. Soldi che, in tutto o in parte, lei non avrebbe dovuto percepire, secondo la tesi della Procura scaligera.

Il presunto raggiro all'Inps sarebbe stato scoperto l'anno scorso, grazie ad alcune segnalazioni, che hanno dato il via agli accertamenti della magistratura e della guardia di finanza. Come riporta Fabiana Marcolini su L'Arena, sono state controllate le richieste che la 47enne ha presentato per farsi riconoscere l'invalidità civile e l'inabilità lavorativa. Richieste che avevano lo scopo anche di farsi riconoscere l'indennità di accompagnamento, motivata dall'incapacità di camminare in modo autonomo. Queste richieste si basavano su certificazioni di patologie che, per la Procura, non esistevano. Patologie come la paralisi degli arti inferiori o degli arti superiori, che la donna avrebbe simulato durante i periodici controlli medici, senza comunicare la loro evoluzione nel tempo.

Concluse le indagini, la 47enne ha replicato, mostrando una serie di certificati medici e raccontando la sua storia. I suoi problemi fisici sarebbero stati causati da un ictus patito in giovane età e da successive ischemie. Ha spiegato che per molto tempo aveva avuto problemi di memoria, che solo da qualche anno era in grado di guidare un'auto comprata dal padre, mentre da poco era riuscita a camminare ma farlo da sola non la faceva sentire sicura.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il pubblico ministero ha comunque chiesto una perizia medica e dopo averla letta ha deciso di rinviare a giudizio la donna, la quale però respinge ogni accusa ed è pronta ad andare a processo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dal reparto Covid-19 di Borgo Trento: «Sappiamo cosa ci aspetta per i prossimi mesi»

  • Quanta acqua devo bere al giorno? Ecco quello che non sapevi

  • Usa foto di un 15enne morto per adescare 13enne. Scoperto da Le Iene

  • Neonato abbandonato a notte fonda sul ciglio della strada a Verona

  • Sono due trentenni in grave difficoltà economica i genitori del bimbo abbandonato a Verona

  • Rintracciati dai carabinieri di Verona i genitori del bambino abbandonato

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeronaSera è in caricamento