rotate-mobile
Cronaca Borgo Trento / Via Goffredo Mameli

Pua di via Mameli, il Comitato Asma esulta: «Nostra richiesta sospensiva accolta dal Tar»

«I giudici amministrativi, - spiega in una nota il Comitato Asma - hanno ritenuto meritevoli di approfondimento le nostre contestazioni riguardanti altezze e distanze di progetto»

«Con ordinanza pubblicata in data odierna (venerdì 17 gennaio ndr), la Seconda Sezione del Tribunale Amministrativo Regionale per il Veneto ha accolto la richiesta di sospensiva contenuta nel nostro ricorso per l’annullamento del permesso di costruire rilasciato il 30 agosto 2019 dal Comune di Verona "in attuazione del PUA Via Mameli"». A darne notizia in una nota è il Comitato Asma che poi aggiuge: «I giudici amministrativi hanno infatti ritenuto meritevoli di approfondimento le nostre contestazioni riguardanti altezze e distanze di progetto, che a nostro avviso non sono conformi alle norme tecniche disposte dal piano attuativo, e ha rinviato al 22 ottobre 2020 la formulazione del giudizio di merito, disponendo nel frattempo l’acquisizione di ulteriore documentazione da parte del Comune di Verona».

Gli stessi membri del Comitato hanno quindi voluto sottolineare l'importanza di tale risultato ottenuto in quanto ripagherebbe «la fiducia accordataci dai cittadini di Ponte Crencano che non hanno mai rinunciato a sostenerci per far valere i propri diritti a vivere in condizioni di salubrità». Infine il ringraziamento rivolto all’avvocato Maurizio Sartori «che ha accettato di affiancarci in questa battaglia dal basso», ma anche lo sguardo volto al futuro: «Nelle prossime assemblee faremo con i cittadini il punto della situazione e decideremo insieme le prossime iniziative a sostegno delle nostre richieste».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pua di via Mameli, il Comitato Asma esulta: «Nostra richiesta sospensiva accolta dal Tar»

VeronaSera è in caricamento