menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Hotel Cangrande a Soave (foto Gmaps)

Hotel Cangrande a Soave (foto Gmaps)

Profughi in arrivo a Soave. Prefettura e hotel Cangrande trovano l'accordo

Non una requisizione come a Castel d'Azzano, ma il numero ancora imprecisato (e potenzialmente alto) di richiedenti asilo da ospitare crea della preoccupazione

Nessuna requisizione, come successo a Castel d'Azzano, ma un accordo tra una struttura ricettiva e la prefettura di Verona per ospitare alcuni profughi. La struttura è l'hotel Cangrande nel comune di Soave che già ospita quasi una ventina di richiedenti asilo nelle sue frazioni. Solo che ora potrebbero arrivarne molti di più visto che la capienza dell'hotel permetterebbe l'alloggio a 100 persone.

La notizia è stata diffusa dal sindaco di Soave Lino Gambaretto durante l'ultimo consiglio comunale e poi riportata da TgVerona. Il primo cittadino non ha nascosto la preoccupazione per l'arrivo di un numero ancora imprecisato di richiedenti asilo, ma potenzialmente alto. E non è noto al momento neanche quando la prefettura li invierà all'hotel Cangrande. 

Se venisse confermata la proporzione di 3 profughi ogni 1.000 abitanti, Soave sarebbe già quasi al limite, essendo un comune che non arriva agli 8.000 abitanti e facendo già la sua parte nell'ospitare una quota di rifugiati sostenibile, vista la dimensione del comune.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento