Giovedì, 21 Ottobre 2021
Cronaca Centro storico / Via Roma

Trattata da sguattera e molestata dal compagno della madre a 12 anni

Inferno tra le mura domestiche per una ragazzina che ora ha 16 anni. L'uomo si appartava con lei in bagno per "lavarla" su richiesta della donna. La bambina era costretta a fare tutte le faccende di casa

Trattata come sguattera dalla mamma e dal suo compagno. Vessata, umiliata, tolta da scuola, privata di un'infanzia serena, anche i compagnia delle coetanee. Una vicenda terribile, su cui, poi, aleggia anche il tremendo dubbio di abusi sessuali. Sono accuse pesantissime quelle di cui dovranno rispondere i due adulti di una casa veronese. La madre della 16enne, che all'epoca dei fatti aveva 12 anni, dovrà difendersi dalle ipotesi di maltrattamenti in famiglia, mentre il compagno di violenza sessuale su minore. E' questo ciò che ha disposto il giudice per le udienze preliminari, Guido Taramelli, che ha rinviato il processo a novembre. Alla ragazzina è stato assegnato un curatore che si occuperà di lei e che si è costituito parte civile con l'avvocato.

L'ennesima incubo, fatto di violenza tra le mura domestiche, sarebbe stato raccontato prima dal fratellino e poi confermato dalla giovanissima vittima. Secondo le testimonianze, la bambina era costretta dalla madre a fare le pulizie in casa, a lavare, a fare, in breve, tutte le faccende domestiche. Per occuparsi della casa, inoltre, non riusciva più ad andare regolarmente a scuola. I particolari del fratellino sono scesi sempre più nell'orrore quando ha confessato che la madre la "consegnava" al compagno per farsi lavare. E non si sarebbe limitato a spugna, acqua e sapone. Tutto mentre la madre rimaneva davanti alla tv. Quell'inferno sarebbe cominciato nel 2009 e da allora vive in una struttura protetta. Il padre biologico, da tempo separato dalla moglie, vive all'estero, come spiega l'Arena. Ora il Tribunale di Verona ha disposto la perizia sulla minore: servirà a verificarne la credibilità dato che, nel corso del tempo, diverse versioni sono state fornite agli investigatori e agli psicologi infantili. La bambina era arrivata anche a ritrattare tutto, accusando di falsità il fratellino in una lettera alla madre, ma, successivamente, avrebbe invece confermato tutto.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trattata da sguattera e molestata dal compagno della madre a 12 anni

VeronaSera è in caricamento