Venerdì, 6 Agosto 2021
Cronaca San Zeno / Stradone Antonio Provolo

Abusò dei bambini dell'istituto Provolo. Sacerdote veronese resta in carcere

È stato arrestato in Argentina, dove non sapevano del suo passato. Ora però il passato ritorna e le vittime chiedono giustizia

Resta in carcere il sacerdote veronese 82enne don Nicola Bruno Corradi, arrestato in Argentina per abusi sessuali sui minori disabili dell'istituto Provolo di Lujàn de Cuyo di Mendoza.

Della vicenda si stanno occupando i media locali, come riportato da TgVerona, dando voce alle vittime che chiedono giustizia alle istituzioni ecclesiastiche e a Papa Francesco. I rappresentanti della Chiesa Cattolica a Mendoza non erano stati informati del passato di abusi di cui si era macchiato don Corradi nella sede veronese dell'istituto Provolo. E pare che dietro allo spostamento del sacerdote dall'Italia all'Argentina ci sia proprio il tentativo di nascondere questi abusi e di allontanare don Corradi.

Il quotidiano Clarin è andato anche a rintracciare le vittime di don Corradi e degli altri sacerdoti che per anni hanno abusato sessualmente dei bambini dell'istituto Provolo, in Italia e in Argentina. Fra questi c'è Gianni Bisoli che aveva già denunciato gli abusi subiti da piccolo, quando perse l'udito ed entrò all'istituto Provolo di Verona. Bisolo ora ha 68 anni ma non può dimenticare quella che ha subito all'età di di 9 anni.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Abusò dei bambini dell'istituto Provolo. Sacerdote veronese resta in carcere

VeronaSera è in caricamento